mercoledì, Agosto 21, 2019
Home > Mondo > In Ucraina, la chiesa condivide il messaggio di speranza durante la crisi politica

In Ucraina, la chiesa condivide il messaggio di speranza durante la crisi politica

csm_ukraine-AP-web_2840f15d7cI servizi religiosi hanno avuto regolarmente luogo nelle 25 comunità avventiste di Kiev

Notizie Avventiste – Un evento di testimonianza organizzato dalla Chiesa avventista in Ucraina continua, nonostante la profonda crisi politica nel paese.

Oltre 150 colportori, medici missionari e pastori sono a Kiev per sovvenire ai bisogni fisici e spirituali dei residenti. Il progetto “Kiev: città della speranza” offre consigli per aiutare a smettere di fumare, dà supporto per uscire dall’alcolismo, per la gestione del diabete, l’educazione alla salute post parto, la cura degli occhi. Si organizzano anche concerti di musica cristiana e la distribuzione di libri e inviti per ulteriori approfondimenti. Migliaia di residenti hanno visitato i chioschi sull’alimentazione sana e diverse centinaia hanno chiesto di conoscere meglio la Bibbia.

Intanto, Viktor Alekseenko, presidente della Chiesa avventista in Ucraina, ha chiesto di pregare per il paese e di evitare di contribuire alle ostilità per le strade e sui social media, dove ha esortato i membri di chiesa a non lasciare commenti istigatori.

“Bisognerebbe, piuttosto, incoraggiare le persone a risolvere i conflitti pacificamente”, ha affermato Alekseenko. “Gli avventisti”, ha aggiunto, “dovrebbero trovare il modo di esprimere le proprie posizioni civili e politiche entro i limiti della legge e nel rispetto dei diritti individuali”.

Mesi di manifestazioni in Ucraina hanno portato a violenti scontri, nelle ultime settimane, tra manifestanti e polizia. Il 2 febbraio, i leader dell’opposizione hanno chiesto l’intervento della comunità internazionale, ha riferito la Bbc.

I manifestanti continuano a chiedere le dimissioni del presidente Viktor Yanukovich e di avere legami più stretti con l’Unione europea. I disordini in Ucraina sono iniziati nel mese di novembre, quando Yanukovich ha messo da parte un previsto accordo commerciale con l’Unione europea a favore di un prestito dalla Russia.

Nessun avventista del 7° giorno è stato arrestato o ferito durante il conflitto in corso. I servizi religiosi si sono tenuti regolarmente nelle 25 congregazioni avventiste di Kiev.

“Kiev: città della speranza” continuerà fino a marzo e culminerà con una serie di conferenze.

Ci sono circa 52.000 avventisti in Ucraina, che si riuniscono in 900 chiese e 300 gruppi.