sabato, Agosto 24, 2019
Home > Italia > Uno sguardo ai nostri periodici

Uno sguardo ai nostri periodici

MES 6-14 Xpress:MES NOV 10/05Il Messaggero avventista

Notizie Avventiste – Il numero di giugno della rivista si apre con il titolo di copertina “Al servizio dell’altro. Sentirsi utili con umiltà”, che fa riferimento all’articolo interno dal titolo “Il direttore e il facchino. La comunione dei numeri ultimi”, un racconto di Rolando Rizzo, pastore in pensione e scrittore.

L’editoriale del direttore, Giuseppe Marrazzo, prende spunto dal libro “Il padrone del mondo” che papa Francesco ha dichiarato essere fra i suoi preferiti, per spiegare come il male mascherato di bene sarà la più grande mistificazione della storia.

“Epoca delle passioni tristi” è il titolo dell’articolo di Hanz Gutierrez, decano della Facoltà avventista di Teologia, che fa riferimento alla nostra epoca, ricca di possibilità e di tecnologia ma povera della presenza di Dio. Le grandi catastrofi del XX secolo (due guerre mondiali, crisi ecologica, crisi finanziaria, ecc.) sono prodotte dalle attività umane, non attribuibili a cause naturali; la forte innovazione tecnologica ha creato anche l’epoca delle passioni tristi e ha trasformato la tensione per il domani in un “non-futuro”. Come ritrovare la speranza?

I lettori potranno anche apprezzare la seconda parte dell’articolo “Il Tempio siamo noi. Il percorso della grazia che assicura la presenza di Dio nella nostra vita”. Gaetano Pispisa, pastore in pensione, continua a parlare del santuario del Signore, approfondendo la simbologia didattica e spirituale degli ambienti e degli arredi.

È su “Il sabato, giorno per Dio e giorno per l’uomo” l’articolo del past. Patrizio Calliari che riporta il tema trattato in due incontri a Gorizia, nell’ambito delle iniziative in occasione della Giornata del dialogo tra cristiani ed ebrei.
Il numero contiene anche notizie delle chiese e altri servizi di eventi svoltisi in Italia.

Radio Voce della Speranza di Roma ha intervistato il direttore del Messaggero avventista, Giuseppe Marrazzo. Per ascoltare il priogramma cliccare qui.