mercoledì, Dicembre 11, 2019
Home > Italia > Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani

Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani

N2-SettimanaUnitaNotizie Avventiste – Arriva dall’India il materiale per la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani che si svolgerà, in tutto il mondo, dal 18 al 25 gennaio. Preparato da un gruppo ecumenico ogni volta di un paese diverso, quest’anno a occuparsene sono stati il Movimento studentesco cristiano in India, che celebra il suo centenario, la Federazione delle università cattoliche di tutta l’India e il Consiglio delle Chiese in India.

Il tema scelto, “Quel che il Signore esige da noi”, è tratto dal testo biblico di Michea 6:6-8.

La risposta del profeta agli interrogativi su quale offerta, o sacrificio, portare al Signore rivela ciò che è veramente importante per Dio: “In realtà il Signore ha insegnato agli uomini quel che è bene, quel che esige da noi: praticare la giustizia, ricercare la bontà e vivere con umiltà davanti al nostro Dio” (Michea 6:8).

Al tempo del profeta Michea il popolo di Dio doveva affrontare l’oppressione e l’ingiustizia di coloro che intendevano negare la dignità e i diritti dei poveri. Oggi, il sistema delle caste, il razzismo e il nazionalismo pongono pesanti sfide alla pace dei popoli in tanti paesi. In India, a causa delle caste, i Dalit “sono socialmente emarginati, politicamente sotto-rappresentati, sfruttati economicamente e soggiogati culturalmente”. Sono anche definiti gli intoccabili.

Oltre alla condanna delle caste e al grido di dolore di questi esclusi, vi è anche la condanna per le persecuzioni contro i cristiani e le altre minoranze religiose.

Nell’opuscolo, oltre alla liturgia e alle letture, vi è anche una scheda informativa sull’Alleanza Biblica Universale e la Società Biblica in Italia.

Tante le celebrazioni ecumeniche che si svolgeranno in diverse città italiane. A Roma, la consulta delle Chiese evangeliche organizza un culto ecumenico, il 18 gennaio alle ore 19.00, nella chiesa valdese di via IV novembre.

[divider type=”thin”]

Per scaricare l’opuscolo clicca qui