lunedì, settembre 24, 2018
Home > Italia > La scelta di lasciarsi accogliere

La scelta di lasciarsi accogliere

osa-2014Dare il cinque per mille all’Opera Sociale Avventista

Notizie Avventiste – Da quest’anno basta memorizzare solo un numero per donare il cinque per mille dell’Irpef alle associazioni sostenute dalla Chiesa cristiana avventista del 7° giorno. Il codice fiscale 97311560581 dell’Opera Sociale Avventista (Osa) permetterà a ben cinque associazioni che operano nel campo del sociale, della salute e della cultura di ricevere un contributo per poter migliorare sempre di più i servizi offerti sul nostro territorio nazionale. Per saperne di più di questa novità e per conoscere meglio l’Osa abbiamo rivolto alcune domande al past. Franco Evangelisti, direttore di questa Onlus.

Notizie Avventiste: Che cos’è l’Osa?
Franco Evangelisti: L’Osa Onlus è un Ente ecclesiastico della Chiesa cristiana avventista in Italia, senza scopi di lucro, che ha come mandato principale quello di gestire la quota, pari all’otto per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) liquidata dagli uffici statali all’Unione avventista, sulla base delle dichiarazioni annuali. Osa Onlus utilizza questi denari per interventi sociali, assistenziali, umanitari e culturali sia in Italia sia all’estero, non per fini legati al culto. Quest’anno, per la prima volta, Osa Onlus ha creato un numero unico per le nostre associazioni/enti per la destinazione del cinque per mille. Inoltre coordina le attività sociali della Chiesa cristiana avventista.

N. A.: In quali ambiti del sociale opera l’Osa?
F. E.: Gli ambiti sono quelli legati alle sue associazioni/enti che sono:
Adra Italia (Agenzia Avventista per lo Sviluppo e il Soccorso), agenzia umanitaria con sedi in tutto il mondo, che opera nell’emergenza e il soccorso, nella cooperazione allo sviluppo, nei campi umanitari e in diversi progetti anche in Italia.
Lega Vita & Salute è un’associazione laica, aperta ai contributi di tutti coloro che vogliono cooperare al benessere delle persone e dell’ambiente. La nostra laicità non ci impedisce però di ispirarci ai valori del cristianesimo, in particolare al concetto di fratellanza universale, che ci spinge a guardare verso l’altro indipendente dal suo credo e dal colore della sua pelle. La lega attua vari progetti di prevenzione come, per esempio, la SalutExpò, il checkup gratuito per avere il polso della propria salute.
Casa di riposo “Casa Mia” assiste, a Forlì, giornalmente, oltre 130 anziani. È nata con l’obiettivo di prendersi cura della persona anziana in un ambiente adeguato, in funzione delle sue esigenze e delle sue abitudini personali.
Fondazione Adventum risponde, dal 1995, ai bisogni sociali e alle situazioni di disagio economico connessi al fenomeno dell’usura. La Fondazione opera facilitando la concessione di prestiti da parte di banche e istituti finanziari, a persone in stato di necessità e sovraindebitate, ma escluse dal circuito del credito e quindi potenziali vittime della rete dell’usura.
Iacb (Istituto di cultura biblica), un ente ecclesiastico civilmente riconosciuto con fini di religione e di culto, ma non ha fini di lucro. Le sue attività formative e culturali si svolgono nella sede operativa di “Villa Aurora”, a Firenze. Le lauree e i diplomi in teologia e in cultura biblica rilasciati dall’Istituto, tramite la sua Facoltà di Teologia, sono riconosciuti dallo Stato italiano. Lo Iacb prevede la possibilità di offrire corsi e programmi che portano a master o corsi post-laurea.

N. A.: Perché un nuovo soggetto cinque per mille Osa?
F. E.: Le 5 associazioni che ricevono il cinque per mille – Adra Italia, la Lega Vita & Salute, la casa di riposo “Casa Mia”, la Fondazione Adventum, e lo Iacb – hanno fino a oggi ricevuto pochissime firme, infatti complessivamente hanno avuto solo 992 firme nel 2011 e 1.056 nel 2012. Perché cosi poche scelte? Le ragioni possono essere tante, ma una, la più importante, potrebbe essere la scarsa pubblicità che ogni singola associazione/ente riesce a fare, soprattutto per scarsità di mezzi e per l’attenzione che comunque mettiamo a spendere percentuali molto basse in pubblicità. Per questo abbiamo pensato di lavorare in squadra e dedicare un numero unico, quello dell’Osa – 97311560581 – per tutte le nostre associazioni/enti. Impegnandoci insieme nella pubblicità possiamo fare qualcosa di più. Le cifre raccolte verranno poi ripartite alle singole associazioni/enti.

N. A.: Perché dare il cinque per mille all’Osa?
F. E.: Semplicemente perché abbiamo tantissime persone che vorremmo aiutare in molti modi diversi. I nostri obiettivi nell’utilizzo di questi denari sono sempre più attenti e legati agli scopi sociali, assistenziali, umanitari e culturali sia in Italia sia all’estero. La nostra attenzione è sempre massima come la nostra trasparenza. Noi dell’Osa – Annalisa, Elisa, Ennio, Franco, Giuseppe, Luca, Valentina, Walther, Tiziano e tanti altri – contiamo sulla tua firma e ti chiediamo di sensibilizzare parenti, amici, colleghi, vicini, a firmare per noi. Ricordiamo che firmando per il cinque per mille, come per l’otto per mille (si può firmare per entrambi), non paghiamo più tasse, ma decidiamo chi dovrà spendere quel denaro! Inoltre possono firmare coloro che presentano il 730, ma anche chi ha il CUD o il modello unico.