martedì, Agosto 4, 2020
Home > Italia > Ricordati a Torino i 150 anni di presenza avventista in Italia

Ricordati a Torino i 150 anni di presenza avventista in Italia

N34-Torino_150_AnniOspiti i pastori G. Cupertino, segretario Uicca, e G. Bouchard, valdese

Francesco Mosca/Notizie Avventiste – Sabato 4 ottobre, nella comunità di Torino sono stati ricordati i 150 anni della presenza della Chiesa cristiana avventista in Italia.
Nel pomeriggio è stata organizzata una presentazione cui hanno partecipato i pastori Giuseppe Cupertino, segretario generale dell’Unione avventista italiana (Uicca), e Giorgio Bouchard, valdese; moderava il pastore locale.

È stata un’occasione per presentare il volume edito dalla casa editrice Adv e intitolato “150 anni (1864-2014) della presenza avventista in Italia: la storia, la missione, le sfide e la testimonianza”. Il libro è stato curato da Dora Bognandi e Davide Romano, rispettivamente vicedirettore e direttore del dipartimento Affari pubblici e Libertà religiosa dell’Uicca.

I due relatori hanno avuto modo di sottolineare il contributo di questa opera in rapporto al passato e alla realtà presente, ma anche nella prospettiva futura. La chiesa deve riproporre il messaggio della Bibbia in modo sempre attuale, in una società in un continuo e veloce cambiamento.

Le presentazioni sono state intervallate da diverse diapositive che mostravano i momenti storici della chiesa avventista: il primo missionario arrivato nelle Valli Valdesi, il primo obiettore di coscienza in Italia (Alberto Long), la costruzione dalla prima chiesa avventista a Montaldo Bormida, la costituzione della prima scuola biblica per pastori, la firma dell’Intesa con il governo italiano nel 1986. Un pomeriggio coinvolgente, con alcune domande rivolte ai relatori, seguito con interesse da un pubblico di novanta persone.