mercoledì, settembre 26, 2018
Home > Italia > Restrizioni alla pubblicità del gioco d’azzardo. Il plauso della Chiesa cristiana avventista

Restrizioni alla pubblicità del gioco d’azzardo. Il plauso della Chiesa cristiana avventista

La Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno plaude alle restrizioni, introdotte dal Governo nel cosiddetto “Decreto dignità”, alla pubblicità del gioco d’azzardo. Benché il divieto non riguardi ancora i giochi direttamente somministrati dall’Agenzia delle dogane e dei Monopoli di Stato.
Essa auspica altresì, ulteriori futuri provvedimenti in aiuto alle famiglie che devono curare la dipendenza dall’azzardo, comunemente chiamata ludopatia, con il rafforzamento dei servizi sociali e scolastici di supporto.

La Chiesa avventista, attraverso la sua Opera sociale (OSA), continuerà il suo impegno teso a sensibilizzare sempre di più le persone adulte e i giovani orientandoli – come ha fatto nelle ultime campagne “Io gioco davvero” , “Ludocracy” e il Bando “Gioco d’Azzardo Patologico” ottopermilleavventisti.it/presentare-progetti/ – verso forme di gioco e di creatività artistica privi di riflessi nocivi per la salute fisica e mentale.

La responsabilità individuale, che nasce da una matura consapevolezza dei rischi e dei limiti che occorre porsi in ogni ambito del nostro agire, è infatti l’antidoto vero a comportamenti autolesionistici e distruttivi dell’equilibrio familiare.