lunedì, Giugno 17, 2019
Home > Mondo > Pullman pieno di avventisti precipita in un burrone in Messico. 17 i morti

Pullman pieno di avventisti precipita in un burrone in Messico. 17 i morti


Ritornavano da un ritiro spirituale. La chiesa in lutto
.

Ann/Notizie Avventiste – Sono ancora sotto shock gli avventisti dello stato del Chiapas, in Messico, dopo che un pullman con a bordo 46 membri di chiesa, per lo più giovani, è precipitato per 90 metri in un burrone. 16 persone sono morte sul colpo, 26 sono rimaste ferite e trasportate in un ospedale vicino. Una diciassettenne è deceduta il giorno seguente per le gravi lesioni riportate, facendo salire a 17 il bilancio delle vittime. Il gruppo tornava da un grande ritiro spirituale dei giovani, che si era svolto sulla spiaggia di Costa del Sol, nel distretto di Pijijiapan, nel Chiapas meridionale.

La polizia indaga ancora per capire le cause dell’incidente avvenuto nella regione montuosa di Motozintla.

“È una terribile tragedia”, ha affermato Ignacio Navarro, presidente della chiesa in Chiapas, in un’intervista telefonica, “I nostri cuori sono pesanti e infranti dal dolore”. Navarro si è recato subito sul luogo della sciagura appena ha appreso la notizia, la sera del 21 maggio, insieme con altri dirigenti e membri di chiesa. “Un giovane ha perso la sorellina, il fratello e la madre. Un altro ha perso la moglie, la figlia e la madre”, ha spiegato, “Non c’è molto che possiamo dire per consolarli se non abbracciarli e far sentire loro che siamo qui per sostenerli, e ricordare che vedranno presto i loro cari quando il Signore ritornerà”.

Per tutta la sera, i leader della chiesa hanno lavorato insieme con le autorità locali e con i parenti dei defunti sulle modalità di trasporto, hanno anche pregato per i giovani e gli adulti sopravvissuti. Decine di pastori provenienti da varie zone del Chiapas sono rimasti vicini alle famiglie negli ospedali e nelle chiese per pregare e dare speranza nella tragedia.

È la prima volta che una disgrazia di tali dimensioni avviene tra gli avventisti di questo stato e del resto del paese, secondo José Luis Bouchot, segretario esecutivo della chiesa in Chiapas. “Siamo profondamente addolorati nel vedere così tanti giovani nelle bare”.

“L’intera chiesa è in lutto e prega per tutte le famiglie colpite”, ha proseguito Bouchot riferendosi ai 223.000 avventisti che vivono in Chiapas. I membri offrono anche pasti alle famiglie e vestiti per i defunti, mentre preparano i servizi funebri nelle loro chiese.

La notizia dell’incidente è stata virale e riportata da diversi media. Anche il presidente del Messico, Enrique Peña Nieto, ha twittato un messaggio di condoglianze alle famiglie.

Nove vittime provenivano dalla chiesa avventista “La Trinitaria”, dove il 22 maggio si è svolto un servizio speciale di commemorazione. I funerali delle altre vittime si terranno nelle chiese locali nei prossimi giorni.

“Ci uniamo ai nostri fratelli e sorelle del Chiapas, che piangono la perdita dei loro cari”, ha dichiarato Israele Leito, presidente della Regione interamericana della chiesa, “Le parole non sono sufficienti per esprimere la nostra più profonda tristezza per quanto accaduto. Questi giovani avevano una vita piena davanti a loro e ritornavano da un ritiro spirituale vissuto insieme, ma il Signore sa meglio e continuerà a benedire tutti coloro che ora sono nel lutto”.

Ha poi aggiunto: “Dobbiamo dedicare ogni minuto del nostro tempo a essere pronti per la venuta del Signore, perché non sappiamo mai quando la nostra vita finirà”.

Più di 1.000 giovani e dirigenti avevano partecipato a uno dei due ritiri spirituali dei giovani che si svolgono ogni anno in Chiapas. Alcuni avevano affrontato 14 ore di viaggio per essere presenti all’importante appuntamento.

Erwin González, direttore dei Ministeri delle pubblicazioni presso la Regione interamericana della chiesa, era stato l’ospite nei tre giorni di ritiro spirituale. Tornava a casa quando ha appreso dell’incidente e si è recato a Motozintla per assistere nella tragedia e pregare per le famiglie delle vittime e per i sopravvissuti.

González ha anche parlato a oltre 1.500 persone, tra avventisti ed esponenti di diverse altre denominazioni, durante un servizio commemorativo che si è svolto alle 2 del mattino del 22 maggio, a Motozintla

“Tutto è sempre nelle mani di Dio e un giorno sapremo perché è successa questa tragedia”, ha dichiarato González, “Siamo nel cordoglio insieme con voi, come chiesa globale unita nella preghiera, mentre ricordiamo il messaggio di speranza in Gesù e guardiamo al suo ritorno, quando rivedremo i nostri cari di nuovo”.

Durante il servizio, Navarro ha assicurato che sarà la chiesa a pagare le spese dei servizi funebri di ciascuna delle vittime. “La chiesa è vicina alle famiglie in lutto e a coloro che sono ancora in ospedale”, ha concluso.

(Foto: Erwin González)