domenica, settembre 23, 2018
Home > Media > Programmi radio RVS disponibili su internet

Programmi radio RVS disponibili su internet

Logo-rvs– Buoni pensieri a tutti. Dov’è Dio quando accadono le catastrofi?
Dove è Dio nella sofferenza? Dice il salmista “O Signore perché te ne stai lontano? Perché ti nascondi in tempo di angoscia?”. In questa puntata abbiamo risposto a Maria Pia di Roma, che era rimasta sconvolta da una recente intervista in cui una donna che aveva perso la figlia nel recente terremoto in Centro Italia, si era rivolta contro Dio. In compagnia dei conduttori Laura Ferraresi e Claudio Coppini, di Roberto Vacca alla regia, del direttore del Messaggero avventista, Saverio Scuccimarri, e del past. Davide Mozzato, in collegamento da Venezia, abbiamo aiutato a capire con la Bibbia alla mano che il Signore sa accogliere la rabbia provocata dalla sofferenza e non abbandona mai i suoi figli. Ascolta l’mp3.

– Preghiere e responsabilità ecologica delle chiese per la salvaguardia del creato
La rubrica “L’Altro-Binario” torna ad occuparsi di ambiente in occasione del mese del creato, promosso dalle principali chiese cristiane in Italia e in molte altre parti del mondo. Con ospiti in studio del pastore Saverio Scuccimarri, direttore del Messaggero avventista, e della pastora Letizia Tomassone, teologa valdese, i conduttori Claudio Coppini e Roberto Vacca hanno cercato di sviluppare il dibattito sulla consapevolezza personale e collettiva che si respira oggi all’interno delle comunità cristiane. Durante il programma sono intervenuti il prof. Andrea Masullo, ambientalista, direttore scientifico di Greenaccord, e Simone Morandini, cattolico, docente di teologia ecumenica presso l’Istituto di Studi Ecumenici “S.Bernardino” di Venezia e di etica ambientale e teologia della creazione presso la Facoltà Teologica del Triveneto. Ascolta l’mp3.

– Dalle Parlimpiadi di Rio alle abilità della vita quotidiana
Prima puntata della rubrica “HandicaPPati in Orbita” condotta da Mauro Sbrillo e Claudio Coppini, subito dopo la conclusione delle Paralimpiadi di Rio che sono state un grande successo di risultati e comunicazione mondiale sul pianeta della disabilità. Ma anche prima trasmissione dopo le ferie estive, con Mauro che ha trascorso, in compagnia della sua dolce metà, sulla sua roulotte itinerante, una piovosa ma interessante vacanza pugliese, dando i voti di accessibilità a questa regione. Nel corso del programma abbiamo parlato anche della quinta conferenza nazionale sulle politiche per la disabilità che si è tenuta a Firenze la scorsa settimana. Ascolta l’mp3.

– Emergency lascia la Libia. Intervista a Luca Rolla
Emergency ammaina la bandiera issata solo un anno fa nel piccolo villaggio di Gernada, ai bordi della Libia orientale governata dal generale Khalifa Haftar, vicino a Bengasi e alla Derna dove sventolavano i drappi neri dell’Isis. Troppe le violenze e le intimidazioni. Nessuna garanzia. Impossibile continuare. Una scelta con pochi precedenti: accadde solo in Afghanistan, dopo il sequestro Mastrogiacomo e il caso dei tre cooperanti arrestati. “La situazione è diversa”, dice Gino Strada, fondatore di Emergency, “Non abbiamo mai abbandonato l’Afghanistan e non lo faremo con la Libia. Ma qui la scelta s’è rivelata infelice. E in un momento in cui gli ospedali vengono perfino bombardati, era inutile stare a prendere altri rischi”. In questa puntata speciale di Radio Emergency, Roberto Vacca intervista Luca Rolla che è stato il coordinatore dell’ospedale di Emergency a Gernada in Libia. Ascolta l’mp3.

– I danni dello zucchero: ricercatori pagati per mentire
Per più di cinquant’anni l’industria dello zucchero avrebbe pilotato le ricerche, pagando decine di scienziati in modo che sminuissero il pericoloso collegamento tra alimenti zuccherati e problemi cardiaci e spostassero l’attenzione sui grassi saturi e il colesterolo. È quanto emerge da una nuova ricerca, pubblicata sulla rivista JAMA Internal Medicine, la bibbia della ricercatori USA: una serie di 320 documenti, scoperti da tre ricercatori della University of California, San Francisco, metterebbe in luce una verità sconvolgente.
“Sono stati in grado di sviare il dibattito sullo zucchero per decenni”, ha detto al New York Times, Stanton Glantz, professore di medicina e autore del report. Il “depistaggio” si sarebbe verificato a partire dagli anni ’60. Stando ai documenti trovati e analizzati, nel 1967 un gruppo conosciuto come “Sugar research foundation”, oggi divenuto “Sugar Association”, avrebbe pagato ad alcuni ricercatori di Harvard circa 50.000 dollari a testa per pubblicare sul New England Journal of Medicine uno studio che distruggesse l’immagine dello zucchero quale nemico per la salute del cuore
(da Huffington Post del 13-09-2016). Abbiamo chiesto un parere su questo presunto depistaggio a Ennio Battista, del mensile Vita e Salute. Ascolta l’mp3.

Altri programmi sono disponibili sul sito www.radiovocedellasperanza.it