mercoledì, Settembre 23, 2020
Home > Mondo > La prima cappella avventista in Europa ora appartiene alla Chiesa

La prima cappella avventista in Europa ora appartiene alla Chiesa

Cappella TremelanAcquistato lo storico edificio di Tramelan, nel cantone svizzero di Berna

Corrado Cozzi/Notizie Avventiste – Il presidente della regione Intereuropea della Chiesa, Bruno Vertallier, ha firmato, il 18 agosto, il contratto d’acquisto della prima cappella avventista d’Europa. L’edificio fu costruito a Tramelan, cittadina Svizzera, dal gruppo di credenti che avevano seguito e accettato la predicazione di Michael Belina Czechowski, avventista con una forte vocazione missionaria, arrivato dagli Stati Uniti nella seconda metà del XIX secolo. Lasciata libera 46 anni fa, l’umile ma preziosa struttura è di nuovo legata alla denominazione.

“Crediamo che questa chiesa sia parte della storia avventista e che quindi sia importante riaverla indietro. Ci auguriamo che possa Cappella Tramelan 3stimolare i nostri giovani a conoscere e apprezzare l’impegno dei pionieri nell’investire in questo luogo per iniziare la predicazione del Vangelo. Invito a prendere in considerazione una visita a Tramelan per godere della comunione fraterna nello spirito pionieristico”, ha dichiarato Bruno Vertallier.

Dopo aver predicato in Italia, principalmente nelle Valli Valdesi, Michael Belina Czechowski si recò in Svizzera, che fu il primo paese, al di fuori del Nord America, a ricevere con sufficiente intensità l’insegnamento avventista. Gli incontri di studio della Bibbia organizzati da Czechowski erano così attraenti che, in breve tempo, a Tramelan si formò un gruppo di credenti. Poco dopo la partenza del predicatore, divenne forte l’esigenza di avere un luogo adeguato per le riunioni; la famiglia Roth decise di finanziarne la costruzione.

La chiesa fu inaugurata sabato 25 dicembre 1886. Ellen G. White, co-fondatrice dalla denominazione, si trovava in Svizzera e prese parte alla cerimonia, predicando sul testo biblico di 1 Re 8:54-61.
“Speriamo che il Signore benedica così tanto la vostra opera che questa chiesa diventi presto troppo piccola per voi”, fu il suo augurio.

Gustave Roth scrisse: “Tramelan è stata la culla della riforma avventista in Europa. La nostra piccola chiesa divenne una scuola di formazione per i pastori che alla fine andarono in tutto il mondo (“Les débuts de l’adventisme en Europe”, Revue Adventiste, 1 aprile 1937, p. 12, 13). Anche il primo raduno avventista europeo fu organizzato a Tramelan.

Cappella Tramalan 2Quando la famiglia Roth lasciò la cittadina, la struttura fu venduta a una famiglia non avventista. Il 17 agosto del 1968, i membri della comunità si trasferirono in un altro edificio più grande, vicino a Tramelan.

Per 82 anni la cappella è stata ritenuta la prima chiesa avventista d’Europa e ha continuato a esserlo anche se dal 1968 non è stata più utilizzata come tale. Tantissime persone hanno continuato a visitare l’edificio proprio perché lo consideravano uno dei punti di riferimento storici della denominazione. In molti desideravano che diventasse una proprietà avventista, e ora lo è.

Alcuni possono dire: “Perché spendere soldi per un piccolo edificio che da anni non ha alcuna utilità pratica all’interno della chiesa? Non abbiamo bisogno di santuari”. Lo scopo di questa decisione non è di venerare gli oggetti, ma di offrire stimolo e incoraggiamento tramite un luogo dove si è fatta la storia. Quello di Tramelan è il primo edificio costruito da questa parte dell’Atlantico per essere una chiesa avventista; vale dunque sicuramente la pena conservarlo e certamente ne sarà trovato un uso appropriato.

Arthur L. White, all’epoca segretario dell’Ellen G. White Estate, nel suo articolo “The Tramelan Chapel”, del 1967, aveva già chiesto che l’immobile fosse mantenuto. Egli scrive: “Presto un altro luogo di culto a Tramelan sostituirà la piccola e graziosa cappella che ha ben svolto il suo compito per più di otto decenni. Anche se la Federazione non possiede l’edificio, è auspicabile che questo punto di riferimento dell’opera degli avventisti in Europa sia preservato” (Review and Herald, 26 ottobre 1967).

Ogni paese ha i suoi monumenti ed edifici storici che ne testimoniano la nascita in quanto nazione. Anche nella Bibbia troviamo spesso alcuni elementi molto semplici che dovevano servire come promemoria di benedizioni ed eventi passati. Ad esempio, dopo aver attraversato il Giordano, furono prese dodici pietre dal fiume per servire come segno. Il testo biblico afferma: “In avvenire, i vostri figli vi domanderanno: ‘Che cosa significano per voi queste pietre?’ Allora voi risponderete loro: ‘Le acque del Giordano furono tagliate davanti all’arca del patto del Signore; quand’essa attraversò il Giordano, le acque del Giordano furono tagliate, e queste pietre sono per i figli d’Israele un ricordo per sempre’” (Gs 4: 6,7).

Un edificio come l’ex cappella di Tramelan ha una funzione simile di memoriale, dal momento che tanta storia avventista europea è legata a esso.

René Frauchiger, che cura il blog della chiesa di Tramelan (firstsdachurcheurope.blogspot) ha commentato: “In ricordo dei miei bisnonni, Léon e Rosine Borle-Delaprès, che sono stati tra i primi avventisti a essere battezzati in Svizzera, e di mio nonno, Emil Frauchiger-Borle, che fu missionario pioniere in Turchia e nei Balcani, oggi è una grande gioia vedere questa prima cappella appartenere finalmente alla nostra chiesa!”.

La Chiesa avventista del 7° giorno è nata negli Stati Uniti nella seconda metà del 1800. Dopo alcuni anni di crescita in Nord America ha iniziato la sua attività missionaria anche negli altri paesi del mondo.