martedì, settembre 18, 2018
Home > Italia > Posto Occupato negli uffici dell’Unione avventista italiana

Posto Occupato negli uffici dell’Unione avventista italiana

N40-Posto occupato Uicca1Nella Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, un gesto semplice per ricordare le vittime

Notizie Avventiste – L’Unione Italiana delle chiese cristiane avventiste del 7° giorno (Uicca) ha aderito alla campagna Posto Occupato, individuando due posti: all’ingresso e nella sala riunioni.
“È un’iniziativa nata da Maria Andaloro, una donna della provincia di Messina”, ha ricordato Franca Zucca, direttore del dipartimento Ministeri Femminili dell’Uicca, “La Federazione delle donne evangeliche in Italia l’ha riproposta e i Ministeri Femminili hanno aderito molto volentieri”.

L’idea è semplice ma efficace. Le donne uccise da compagni, fidanzati, mariti, occupavano un posto in vari luoghi della società: a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, in chiesa, in ufficio, ecc. Lasciare un posto occupato significa ricordare che non ci sono più, affinché la quotidianità non prenda il sopravvento e sommerga il ricordo.

N40-Posto occupato Uicca2L’iniziativa si sta diffondendo e sempre più comunità di fede vi aderiscono. Ricordiamo, a Roma, le chiese avventiste di Lungotevere, Piazza Vulture e Ostia Lido.

L’impegno dei Ministeri Femminili dell’Uicca contro la violenza sulle donne si è concretizzato anche nella campagna EndItNow – Facciamola finire ora.

“Il dipartimento Femminile è là dove ci sono iniziative semplici ma che possono creare educazione e informazione”, ha aggiunto F. Zucca, “Esso si occupa anche di prevenire, informare e fare formazione relativamente alla violenza gratuita verso le donne, e verso i soggetti più deboli, come anziani e bambini”.

Per ascoltare una breve intervista a Franca Zucca, realizzata da Radio Rvs prima che si inaugurassero i posti occupati all’Uicca, cliccare qui.
Visita il sito ministerifemminili.avventista.it/