domenica, Settembre 27, 2020
Home > Italia > Post lockdown. Le chiese avventiste riaprono, anche se non tutte insieme

Post lockdown. Le chiese avventiste riaprono, anche se non tutte insieme

Culto in presenza già il 30 maggio in varie città, in altre si inizia questo sabato. Man mano che si attuano le misure di sicurezza sanitaria previste dal protocollo, ogni comunità sarà aperta entro la fine di giugno.

Lina Ferrara – Dopo la firma del protocollo con il governo per la riapertura dei luoghi di culto e il ritorno ai servizi religiosi in presenza, l’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del Settimo Giorno (Uicca) ha comunicato la data. “Prendendo in considerazione i passi necessari per mettere in atto tutti gli accorgimenti previsti per il rispetto delle norme che saranno elencate, indichiamo come possibile data di ripresa dei servizi di culto in presenza sabato 30 maggio 2020” afferma il segretario generale Uicca, past. Andrei Cretu, nel comunicato inviato ai pastori.

Sono numerose le misure da adottare per adeguarsi al protocollo, per questo le comunità avventiste riaprono a scaglioni. I membri di diverse chiese si sono già incontrati per il culto lo scorso sabato, altri avranno questo piacere il 6 giugno, altre ancora riapriranno al servizio in presenza il 13 giugno, e così via nei sabati successivi fino alla fine del mese.

Dove le porte sono state riaperte si è registrata, a volte, una partecipazione limitata dei membri, forse perché rimane un senso di timore nell’uscire di casa, dopo circa tre mesi di confinamento, soprattutto per le persone anziane. Altri membri, invece, sono stati felici di essere di nuovo in chiesa per lodare Dio, anche se non si può cantare; pregare insieme, anche se bisogna mantenere la distanza sociale; rivedersi di persona, anche se non ci si può abbracciare né stringere la mano.

La chiesa di lingua romena di Firenze si è incontrata già il 30 maggio. Il past. Davide Abiusi ha condiviso alcune reazioni a questo ritorno:
– “Ho avuto un piacere enorme a ritornare in chiesa e rivedere tutti i fratelli!” (Silvia);
– “Bellissimo! Dio benedica la sua Chiesa. è stato un piacere rivedervi tutti” (Elena);
“Oggi ho provato grande emozione a essere in chiesa dopo così tanto tempo. Dio è grande, e posso dire solo questo: ‘Ecco, quanto è buono e quanto è piacevole, che i fratelli dimorino assieme nell’unità’ (Salmo 133:1) (Mihaela);
“Sinceri complimenti a tutti quelli che hanno fatto parte della preparazione di tutto il bellissimo servizio di questa mattina! Dio vi benedica grandemente” (Viviana).

Ridotto notevolemente il numero dei posti nei locali di culto per rispettare la distanza sociale, nelle cominità numerose è necessario prenotarsi se si desidera partecipare al servizio sabbatico. Spesso si organizzano doppi turni per dare a tutti la possibilità di essere presenti.

Dal canto suo, HopeMedia Italia continua a garantire il programma si culto online il sabato mattina, con Scuola del Sabato (lo studio comunitario della Bibbia) e sermone, da seguire sulla web televisione Hope Channel Italia o secondo le indicazioni.

Guarda il servizio video sulla riapertura delle chiese.