lunedì, Agosto 3, 2020
Home > Italia > Otto per mille. La Chiesa Cristiana Avventista del 7° Giorno adotta una classe a Gaza

Otto per mille. La Chiesa Cristiana Avventista del 7° Giorno adotta una classe a Gaza

N9-Otto per millle_gazaIl contributo in favore del Centro di riabilitazione per bambini ipovedenti

Notizie Avventiste – Il Rehabilitation Center for Visually Impaired (Rcvi) ospita 150 bambine e bambini ciechi e offre sostegno ad altri 350 studenti ipovedenti nelle scuole della Striscia di Gaza. Con i fondi dell’otto per mille, la Chiesa cristiana avventista del 7° giorno in Italia si impegna a garantire l’alimentazione scolastica di una classe, assicurando ai bambini un pasto completo al giorno, la distribuzione di materiale scolastico in braille e lo screening delle disabilità visive.

Il Centro di riabilitazione per bambini ipovedenti è gestito dall’Unrwa, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi, il cui Comitato italiano si occupa di informare e mobilitare risorse sul territorio nazionale per le attività dell’Agenzia in Siria, Libano, Giordania, Cisgiordania e Striscia di Gaza.

“Voglio esprimere la nostra gratitudine per il generoso supporto che l’Opera Sociale Avventista ha dato ai nostri sforzi contribuendo ad aiutare tanti bambini”, ha scritto Marina Calvino, segretario generale del Comitato italiano dell’Unrwa.

A Gaza vivono oltre un milione di rifugiati palestinesi, molti dei quali, il 60 per cento, non accede regolarmente al cibo. Sono più di 200.000 le famiglie che vivono con meno di 2 dollari al giorno e quindi sotto la soglia della povertà.

“La mancanza di un apporto calorico adeguato influisce in maniera negativa sul rendimento medio degli studenti e molti bambini subiscono gli effetti drammatici del conflitto anche dal punto di vista psicologico e cognitivo”, sostiene l’Unrwa. Inoltre, le famiglie non sono in grado di acquistare il corredo scolastico per i loro figli.

L’Opera Sociale Avventista, l’ente che gestisce l’otto per mille della Chiesa, ha finanziato il progetto “Adotta una classe nel Rcvi”.

Il Centro “si configura sia come scuola elementare, che insegna il curriculum standard palestinese in braille e accompagna gli studenti in un percorso che mira all’integrazione nelle scuole pubbliche attraverso l’insegnamento e la correzione dei difetti visivi quando possibile, sia come centro di supporto alle famiglie che vengono assistite e formate per rispondere alle necessità dei loro bambini speciali”, afferma l’Unrwa.

Grazie al contributo della Chiesa avventista i bambini potranno sviluppare appieno le loro capacità, superando le influenze negative del conflitto sul loro sviluppo psicofisico; inoltre saranno alleviate le loro condizioni di povertà.