giovedì, ottobre 18, 2018
Home > Mondo > Marcia per la pace nel Regno Unito

Marcia per la pace nel Regno Unito

Gli avventisti si sono uniti a centinaia di altri cristiani per manifestare contro la violenza a Londra.

Notizie Avventiste – Croydon, città nella zona sud di Londra, e Hackney, sobborgo londinese, sono stati protagonisti di due manifestazioni contro la violenza. Gli avventisti delle chiese locali si sono uniti a centinaia di altri gruppi di fede, organizzazioni comunitarie e rappresentanti dei municipi e hanno marciato per la pace

Negli scorsi mesi vi è stato un crescendo di attacchi e uccisioni in tutta la capitale britannica. Questa situazione ha portato i credenti a scendere in strada e a prendere posizione contro il crimine. Dei 62 omicidi con armi da fuoco e accoltellamenti nella capitale britannica, circa un quarto sono avvenuti a Hackney. L’ultimo episodio di violenza è stato il lancio di acido su una persona proprio la notte precedente alla marcia.

A Croydon
“Più che mai vogliamo essere attivi nella comunità”, affermano dal sito dell’Unione avventista britannica “aiutare coloro che hanno bisogno, mostrare fiducia e condividere il vangelo di Gesù. Questo evento è servito a ricordare alla comunità che, come cristiani, siamo presenti, ci preoccupiamo e non staremo a guardare mentre gli altri soffrono”.

Con striscioni, canti e preghiere, centinaia di fedeli hanno marciato per le strade di Croydon, davanti ai passanti sorpresi nel vedere una folla di persone unite in un comune scopo pacifico.

Guidato dai leader di varie chiese della zona e dai parenti delle vittime, il corteo si è fermato nei luoghi in cui le persone avevano perso la vita, per pregare all’unisono. Il silenzio e il rispetto dei passanti prevalevano al passaggio del corteo che cantava melodie cristiane molto conosciute.

La solidarietà è stata evidente anche quando il pastore avventista, Alex Mareniuc, ha guidato una delle preghiere pastorali incentrate sulla giustizia nella comunità. L’evento è culminato nei Queen’s Gardens, dove si è pregato per il municipio, la polizia e il vicino Ministero degli Interni. Il past. Mareniuc si è anche messo in contatto con l’ispettore capo della polizia allo scopo di intensificare i rapporti di collaborazione tra la chiesa e i servizi pubblici locali.

A Hackney
Un gruppo di scout avventisti, armati di tamburi, hanno guidato e vivacizzato il corteo. “Marciamo per dire basta. Abbiamo visto morire i nostri giovani e oggi camminiamo insieme nell’unità per cercare soluzioni, dare forza a coloro che soffrono e mostrare alla popolazione il nostro impegno”, ha affermato il consigliere di Hackney, Ian Rathbone, promotore della marcia.

Alla manifestazione erano presenti, insieme con Rathbone, i neo eletti sindaco e vicesindaco di Hackney, e i rappresentanti di vari gruppi religiosi, tra cui le chiese riformata unita, anglicana, metodista e avventista del settimo giorno, e della moschea di Stamford Hill.

Il presidente della Chiesa avventista dell’Inghilterra meridionale, Emmanuel Osei, ha affermato: “Oggi è la dimostrazione che si può fare la differenza quando persone di tutte le fedi si riuniscono nella solidarietà, per manifestare davanti a tutti che si preoccupano della loro comunità. È molto incoraggiante vedere il pubblico chiedere chi sono i nostri scout e come possono coinvolgere i loro ragazzi. Abbiamo tutti avuto un obiettivo oggi, dire alla gente di Hackney che la vita di ogni giovane è importante per tutti noi”.

La marcia si è conclusa con una veglia di pace nella chiesa St John di Hackney; un minuto di silenzio per coloro che hanno perso la vita nella capitale; e il canto dell’United Reformed Church Choir.