lunedì, settembre 24, 2018
Home > Mondo > L’uragano Joaquin distrugge 6 chiese cristiane avventiste nelle Bahamas

L’uragano Joaquin distrugge 6 chiese cristiane avventiste nelle Bahamas

Adventist-Bahamas-hurricane-Joaquin-1La moglie di un pastore ha ringraziato Dio per averli protetti tra i forti venti e l’alluvione.

Notizie avventiste/ARnews – Almeno sei chiese cristiane avventiste nelle Bahamas sono state distrutte o gravemente danneggiate dall’uragano Joaquin che ha inondato gli edifici e divelto i tetti, il 1° e il 2 ottobre, passando con venti che soffiavano a 225 chilometri orari. Dietro di sé ha lasciato la devastazione e reso difficile raggiungere le isole a sud della capitale, Nassau, mentre alcune zone sono accessibili solo in elicottero.

Non ci sono morti, ma si cerca ancora una nave cargo con 33 marinai a bordo, scomparsa a 58 chilometri a nord-est di Crooked Island. Secondo le autorità, ci vorranno mesi prima che il paese si riprenda.

Howard Barr, pastore avventista, e sua moglie, Patronella, vivevano in una casa accanto alla chiesa cristiana avventista “Landrail Point”, su Crooked Island. Vedendo la furia delle onde, i vetri infranti, i rami degli alberi divelti per il vento sempre più forte, i due coniugi hanno capito che la loro casa non avrebbe resistito alla tempesta. Si sono così rifugiati nell’abitazione dei vicini. Alla fine, sono dovuti salire in soffitta per sfuggire all’acqua dell’inondazione che saliva.

“Pregavo Dio che l’acqua non arrivasse fino al soffitto, perché se avessimo dovuto sfondare il tetto, penso che saremmo tutti morti”, ha raccontato il past. Barr.

Adventist-Bahamas-hurricane-Joaquin-2La coppia è stata salvata dopo varie ore da una barca, e quando Patronella Barr ha intravisto la sua casa e la chiesa distrutte non ha potuto fare altro che ringraziare Dio per aver risparmiato la loro vita. Oltre al pastore e sua moglie, anche tanti altri membri della chiesa e abitanti dell’isola sono rimasti senza casa.

“Continuiamo a contattare gli abitanti delle Bahamas del sud-est e stiamo utilizzando tutte le risorse disponibili per soccorrere le persone colpite”, ha affermato il past. Leonard Johnson, presidente dell’Atlantic Caribbean Union. Circa 300 avventisti vivono nelle zone colpite dall’uragano.

Intanto, a Nassau stanno confluendo gli aiuti umanitari inviati dalle chiese di tutto il paese e presto i volontari di ADRA provvederanno a distribuirli  alle famiglie colpite. La chiesa cristiana avventista  ha acquistato anche cinque generatori di energia per i pastori nelle isole dove manca l’elettricità.