mercoledì, Agosto 21, 2019
Home > Italia > La scuola che vorremmo

La scuola che vorremmo

Presinodo donne 2015_1A Torre Pellice, oltre 50 donne hanno dato vita al Presinodo, per discutere sulle diversità religiose, etniche e di genere.

Notizie Avventiste – Anche quest’anno, il Sinodo delle chiese metodiste e valdesi è stato preceduto, il 22 agosto, dal Presinodo delle donne, organizzato dalla Federazione delle donne evangeliche in Italia (Fdei) in collaborazione con la Federazione femminile evangelica valdese e metodista (Ffevm).

“La scuola che vorremmo” è stato il titolo dell’incontro che ha coinvolto oltre 50 donne.

“La Fdei ha ricevuto dal suo congresso il mandato di essere presente nella società, affrontando argomenti quali la giustizia, la solidarietà e l’integrazione. Per iniziare a declinare tali temi, durante il Presinodo 2015 le donne sono state stimolate a discutere sulle pluridiversità Presinodo donne 2015_2presenti nella scuola e nella nostra società”, ha spiegato Dora Bognandi, presidente della Fdei.

“I bambini hanno meno pregiudizi degli adulti ma sono sensibili ad altri elementi: è la pressione sociale che li sensibilizza e ne plasma l’identità, che si forma anche per distinzione e omologazione”, ha aggiunto D. Bognandi.

Nei gruppi di discussione – composti principalmente da insegnanti, genitori e nonni – i partecipanti hanno evidenziato alcuni elementi importanti come l’esigenza di un coinvolgimento maggiore all’interno della scuola, tra insegnanti e famiglie, anche tramite percorsi di formazione e aggiornamento adeguati.

Interessante la conclusione cui i gruppi sono arrivati: “La scuola che vorremmo è in realtà la società che vorremmo”.

Presinodo donne 2015_4Al termine, le donne del Presinodo hanno stilato un documento che la presidente della Fdei ha inviato al Ministro del Miur, Stefania Giannini, e che sarà condiviso con i gruppi femminili delle denominazioni facenti parte della Fdei.

Per leggere il documento cliccare qui.

(Foto: Riforma.it)