giovedì, Agosto 22, 2019
Home > Italia > Inclusione sociale e lotta alla povertà a Rieti

Inclusione sociale e lotta alla povertà a Rieti

N35-Adra Rieti_progetto regione lazio 2014Parte un nuovo progetto finanziato dalla Regione Lazio

Luca Alfano – Il coordinamento Adra Italia di Rieti (Agenzia avventista per lo Sviluppo e il Soccorso), in partenariato con l’Arci Comitato territoriale di Rieti, promotore del progetto, e l’Enaip Impresa Sociale, ha ricevuto un finanziamento pubblico per la realizzazione di un importante progetto integrato di promozione dell’inclusione sociale e di contrasto alla povertà nel territorio di Rieti.

“Le istituzioni ci hanno trasmesso un forte gradimento non solo per la bontà dell’idea progettuale e dell’impegno, ma soprattutto per la forte coesione e comunione d’intenti dei tre soggetti”, ha affermato Daniele Benini, pastore della chiesa cristiana avventista del 7° giorno di Rieti.

Il progetto “Non di solo pane vive l’uomo” prevede tre azioni dirette. Prima di tutto, implementare la mensa sociale attraverso la creazione di un servizio di consegna a domicilio degli alimenti agli anziani soli; in secondo luogo, dare supporto all’analisi delle competenze personali per il reinserimento lavorativo, rivolto a persone in situazioni svantaggiate come disoccupati, cassa integrati o in mobilità e a persone uscite dal mercato del lavoro; infine, attuare interventi di aiuto ai minori per superare situazioni di forte emarginazione connessi a gravi disabilità e fragilità psico-sociale.

Ognuno dei tre partner si occuperà di svolgere e monitorare una di queste azioni, secondo le competenze ed esperienze maturate nel territorio reatino in questi anni.

Adra Italia, coordinamento di Rieti, opererà nell’ambito dell’inclusione sociale legata alle problematiche della carenza relazionale, della solitudine e dell’isolamento degli anziani, un fenomeno molto diffuso nella realtà territoriale e che rappresenta, insieme alla precarietà economica, uno dei disagi maggiormente registrati per cui è urgente intervenire.

“I volontari locali”, ha spiegato il past. D. Benini, “si occuperanno di implementare il servizio di mensa attualmente attivo presso la sede operativa di Adra Rieti, nella chiesa avventista di piazzale Angelucci. Varie attività di animazione saranno realizzate per promuovere la socializzazione dell’anziano, garantendo un momento di incontro e dialogo che vada oltre la convivialità del pasto e colmi la carenza relazionale che vivono gli anziani soli e che hanno difficoltà a uscire di casa per recarsi nei luoghi di aggregazione”.

Si prevede di garantire il servizio per 12 mesi a 25 anziani residenti nel Distretto socio sanitario RI/1, residenti sia all’interno del Comune sia nelle amministrazioni comunali limitrofe.

L’intero progetto sarà finanziato dalla Regione Lazio con un importo di 100.650.000 euro per i tre soggetti che opereranno in contemporanea nelle tre diverse attività di contrasto alla povertà.