lunedì, Settembre 16, 2019
Home > Italia > II edizione del progetto Rose Rosa a Napoli

II edizione del progetto Rose Rosa a Napoli

N4-Napoli_Rose RosaPer diffondere la cultura della prevenzione e sostenere le donne in condizioni di disagio familiare e sociale

Notizie Avventiste – Sarà presentata mercoledì 29 gennaio, alle 11.30, presso la chiesa evangelica luterana di Napoli, in via Carlo Poerio 5, la nuova edizione di Rose Rosa, il progetto nato per aiutare le donne in difficoltà, promuovere e diffondere la cultura della prevenzione mediante l’educazione sanitaria e sessuale, anche nelle scuole.

“L’intento è quello di sostenere l’universo delle donne, attraverso la prevenzione della salute, contribuendo, dunque, a sostenere l’animo femminile dalle prove che la vita, spesso, chiede di superare”, ha spiegato Cordelia Vitiello, ideatrice del progetto, vice presidente del Concistoro della Chiesa evangelica luterana in Italia (Celi) e referente del Sud Italia della Rete delle Donne. “Partendo dalle classi disagiate, che sono quelle più colpite dalla mancanza di punti di riferimento concreti sul territorio, si mira a creare un ambiente confortevole cercando di raggiungere un bacino e un tipo di utenza che risulta difficile da sensibilizzare, ma al tempo stesso è considerato il più fragile”, ha aggiunto Vitiello.

Rose Rosa è promosso dalla “Rete delle Donne” della Chiesa evangelica luterana in Italia in collaborazione con: l’Ospedale Evangelico “Villa Betania” di Napoli e il Centro Polispecialistico Cmo di Torre Annunziata, per l’assistenza sanitaria; le comunità evangeliche luterane di Napoli e Torre Annunziata, l’Esercito della Salvezza e la chiesa cristiana avventista del 7° giorno di Napoli. Il progetto è patrocinato dal Comune di Torre Annunziata e dal Cpo Torre del Greco.

Ogni giorno 95 donne denunciano di aver subito minacce e 87 di aver subito ingiurie; 64 donne al giorno sono vittime di lesioni dolose, 19 di percosse, 14 di stalking, 10 di violenze sessuali (Eures/Ansa 2013). Ma molte altre, troppe, restano chiuse tra le mura domestiche.

Il progetto crea un vero spazio amico. Tramite gli sportelli Rose Rosa e attraverso una rete di professionisti, medici, infermieri e psicologi, ma anche tanti volontari, offre servizi di counseling (cicli di incontro/dibattito e consulenza, seminari e workshop con medici e psicologi), esami diagnostici e visite specialistiche.

All’inaugurazione interverranno: Riccardo Bachrach e Cordelia Vitiello, della chiesa luterana; Luciano Cirica, della Fondazione Villa Betania; Marco Valenza, della chiesa cristiana avventista; Ilaria Castaldo, dell’Esercito della Salvezza; Luigi Marulo, del Cmo; Antonio Maria Salzano, psicologo a Villa Betania; Gennaro Guerra; senologo a Villa Betania; Annalisa Agangi, ginecologa a Villa Betania.

Per conoscere luoghi e orari delle consulenze gratuite cliccare qui.

Per il video dell’evento cliccare qui.