domenica, Settembre 22, 2019
Home > Italia > Gli scout Aisa impegnati nella XXI edizione di “Puliamo il mondo”

Gli scout Aisa impegnati nella XXI edizione di “Puliamo il mondo”

N31-Puliamo il mondo_RomaNotizie Avventiste – Dal nord al sud, isole comprese, tanti gruppi Aisa (Associazione Italiana Scout Avventista) hanno partecipato con entusiasmo all’appuntamento 2013 di “Puliamo il mondo”, l’iniziativa di Legambiente per promuovere una più corretta gestione dei rifiuti, uno stile di vita ecosostenibile e rendere le città più decorose.

Domenica 29 settembre, i ragazzi della comunità avventista di Roma-Appia, accompagnati dagli animatori e da altri volontari, si sono recati in piazza dei Decemviri.
“Il personale dell’Ama ci ha consegnato il materiale adatto a questa delicata operazione, dai guanti ai rastrelli! Nonostante l’area di cui ci siamo occupati non fosse molto estesa, abbiamo riempito ben 8 sacchi di rifiuti”, ha spiegato Dayana De Santis, di Aisa Roma-Appia. “È stata un’esperienza forte, in cui abbiamo capito che basterebbe usare le giuste accortezze e un po’ di buon senso verso l’ambiente che ci circonda e il nostro mondo sarebbe migliore e non ci sarebbe neanche bisogno di ripulirlo”, ha aggiunto.

“Penso che le persone dovrebbero essere più responsabili e quando portano a spasso i loro cani si dovrebbero preoccupare di pulire”, ha affermato Rachele Puma, 9 anni, la più piccola del gruppo.

N31-Puliamo il mondo_Torino1A Torino, l’Aisa hanno condiviso la pulizia del parco della “Pellerina” con un gruppo scout Agesci.
“Abbiamo vissuto una bella esperienza”, ha commentato Rosa Ielpo, responsabile di Aisa Torino. “L’Assessore all’ambiente del Comune ci ha accolti e ha incoraggiato gli scout, nonostante le minacce di pioggia, prima di partire per le attività di pulizia. I nostri ragazzi si sono impegnati dedicando una mattinata per raccogliere ben 12 sacchi di rifiuti indifferenziati più due di plastica e uno di vetro e lattine. Rientrati sono stati coinvolti da un gruppo di animatori del Museo dell’Ambiente sul risparmio energetico e la raccolta differenziata dei rifiuti”, ha concluso.

Esperienze positive e formative sono state vissute in molte altre città nel fine settimana (27-29 settembre) dedicato al volontariato ambientale.

In tutt’Italia sono stati oltre 600mila i volontari, in 1.700 Comuni, che hanno ripulito 4.000 località dai rifiuti abbandonati. La Terra dei fuochi, in Campania, è stata il simbolo di questa XXI edizione di “Puliamo il mondo”, per dire basta al traffico illecito dei rifiuti e iniziare un cammino di rinascita.

“Prevenire é meglio che curare, dunque impegniamoci ogni giorno per rendere il nostro mondo migliore”, ha concluso Dayana De Santis.

La settimana scorsa, in vista dell’evento di volontariato ambientale, radio Rvs di Roma ha intervistato Andrea Poggio, vicedirettore nazionale di Legambiente e responsabile di “Puliamo il mondo 2013”. Per ascoltare il programma cliccare qui.