domenica, Agosto 25, 2019
Home > Mondo > In Germania, gli avventisti offrono speranza dopo i tre violenti attacchi

In Germania, gli avventisti offrono speranza dopo i tre violenti attacchi

Chiesa avventista di MonacoI leader della denominazione chiedono che le chiese diventino luoghi di rifugio per le persone colpite. Una chiesa di Monaco sostituisce la celebrazione del suo quinto anniversario con una cerimonia commemorativa.

Notizie Avventiste/ARnews – I leader della chiesa cristiana avventista della Baviera e del resto della Germania hanno invitato i fedeli ad aprirsi alla comunità, in modo particolare dopo i tre violenti attacchi avvenuti in meno di una settimana e che hanno lasciato il paese nello sconcerto.

Gli avventisti si sono uniti alle tante voci che in Germania hanno espresso shock e dolore dopo che lo studente tedesco-iraniano di 18 anni ha ucciso 9 persone, venerdì sera, nel centro commerciale Olympia, a Monaco di Baviera. Alcuni giorni prima, il 19 luglio, un diciassettenne rifugiato afghano aveva ferito 4 persone con un’ascia e un coltello su un treno, prima di essere ucciso dalla polizia. Infine, domenica, un siriano al quale era stata respinta la richiesta di asilo si è fatto esplodere ad Ansbach, ferendo 12 persone. Tutti e tre gli attacchi si sono verificati in Baviera.

“Siamo preoccupati per lo sviluppo della violenza e del terrore nel nostro paese”, ha dichiarato Wolfgang Dorn, presidente della Federazione bavarese della chiesa.

“Vogliamo che le nostre chiese siano luoghi di rifugio per i deboli e i sofferenti”, ha affermato in una dichiarazione diffusa ieri dall’agenzia stampa APD e riportata sul sito della Regione Intereuropea della denominazione, “Le nostre chiese dovrebbero essere un luogo sicuro per le persone in cerca di protezione e sicurezza, e che vivono nelle zone colpite dalla sofferenza”.

Una comunità avventista a Monaco di Baviera ha annullato la prevista celebrazione del suo quinto anniversario per tenere al suo posto un servizio commemorativo in ricordo delle vittime del centro commerciale. Il past. Miodrag Jovanovic ha invitato i fedeli della chiesa cristiana avventista Waldfrieden, di Monaco, a continuare a credere nel bene, nonostante il male sia così presente nel mondo. Ha anche evidenziato l’ottimo lavoro svolto dalla polizia e da tanti cittadini che si sono mobilitati per aiutare. Ha poi concluso invitando i presenti a essere “messaggeri di consolazione e sicurezza”

Molte delle persone uccise nell’attacco al centro commerciale erano adolescenti, tanto che la tragedia è stata denominata “la strage dei ragazzi”.

La Regione Intereuropea della chiesa ha espresso cordoglio “per la morte di ragazzi e ragazze, tedeschi e stranieri, cristiani e musulmani. Mai un padre dovrebbe vedere i figli morire. Mai una madre dovrebbe piangere la perdita della sua prole. Preghiamo per la fine dell’odio e della violenza. Il Signore consoli i cuori di tutti coloro che sono stati coinvolti in questa tragedia”.

Dalla sua pagina Facebook, il presidente della chiesa cristiana avventista mondiale, Ted N. C. Wilson,  ha espresso vicinanza a  quanti sono stati colpiti dalla violenza in Germania e anche in Afghanistan, dove un attacco suicida ha ucciso 80 persone a Kabul, sabato scorso. Ha quindi esortato gli avventisti in tutto il mondo a mostrare compassione e a impegnarsi nella condivisione della “grande speranza nella salvezza attraverso la giustizia di Cristo e nel suo ritorno”.

(Foto: APD)