lunedì, Settembre 16, 2019
Home > Italia > Forlì. Il sindaco Zattini e l’assessore Tassinari a Casa Mia

Forlì. Il sindaco Zattini e l’assessore Tassinari a Casa Mia

Il primo cittadino e l’assessore al welfare hanno visitato la struttura per anziani gestita dalla chiesa avventista.

HopeMedia Italia – “Ho visto una bellissima realtà”. “Un fiore all’occhiello del sistema welfare forlivese”. Gian Luca Zattini, sindaco di Forlì, e Rosaria Tassinari, assessore alle politiche per la famiglia e il welfare, hanno definito così la casa di riposo “Casa Mia” dopo aver visitato la struttura giovedì scorso, 5 settembre.

“È una struttura adeguata che dà una risposta importante a un bisogno del territorio, una risposta non solo materiale ma anche spirituale” ha aggiunto Tassinari ai microfoni di HopeMedia Italia.

Il sindaco ha apprezzato la cura nei dettagli, l’attenzione e il clima familiare. L’assessore è rimasta colpita dall’organizzazione, attenta al benessere degli ospiti, e dalla preparazione robotizzata dei farmaci da somministrare.

All’incontro erano presenti anche i vertici dell’Unione italiana delle chiese cristiane avventiste. Il presidente Stefano Paris ha ringraziato entrambe le autorità e ha consegnato una targa al primo cittadino in ricordo di questa giornata, resa ancora più particolare da una piccola cerimonia.

La visita è stata anche l’occasione per dedicare un momento di preghiera ai due amministratori comunali eletti solo da qualche mese. Seguendo così il consiglio dell’apostolo Paolo che nella Prima lettera a Timoteo dice: “Esorto dunque, prima di ogni altra cosa, che si facciano suppliche, preghiere, intercessioni, ringraziamenti per tutti gli uomini, per i re e per tutti quelli che sono costituiti in autorità” (1 Tm 2:1,2). Il past. Giovanni Caccamo, cappellano di Casa Mia, ha pronunciato la preghiera.

“La preghiera è un atto che accomuna” ha riconosciuto Zattini “È un bellissimo gesto quello di aver pregato per gli amministratori e per la città assieme”.

Guarda l’intervista al sindaco Gian Luca Zattini e all’assessore Rosaria Tassinari.

[lf]