lunedì, 16 Dicembre, 2019
Home > Mondo > Devastato da due tsunami un villaggio avventista nelle Isole Salomone

Devastato da due tsunami un villaggio avventista nelle Isole Salomone

Notizsalomonie Avventiste – Un villaggio avventista delle isole di Santa Cruz, a loro volta parte dell’arcipelago delle Isole Salomone, è uno dei cinque villaggi distrutti dai due tsunami innescati dal terremoto di magnitudo 8 della scala Richter, verificatosi mercoledì 6 febbraio nell’Oceano Pacifico. L’epicentro è stato individuato a ovest dell’isola di Nendo, a 28 chilometri di profondità.

Secondo l’ospedale di Lata, capoluogo della provincia di Temotu sull’isola di Nendo, il bilancio ufficiale dei morti è di otto persone, ma per il pastore George Fafale, presidente della Chiesa avventista nelle Isole Salomone, il numero dei decessi è destinato a salire almeno fino a 13, man mano che si ritrovano i corpi senza vita dei dispersi. Due delle vittime sono i genitori di un membro della chiesa avventista del 7° giorno. Fra i 2.500 abitanti rimasti senza casa, 200 sono avventisti. “Hanno perso tutti i loro averi e al momento sono sfollati nei capannoni del mercato”, ha affermato Fafale.

“L’ufficio del pastore della chiesa e il ripostiglio sotto casa sua sono stati allagati e tutte le attrezzature, come ad esempio l’impianto di amplificazione, sono state sommerse. L’acqua e i detriti hanno riempito anche l’edificio della chiesa, distruggendo gli arredi e i mobili “, ha spiegato Fafale. La Scuola del Sabato dei bambini e la stanza delle varie attività sono state gravemente danneggiate, mentre il motore fuoribordo e la barca in vetroresina, di proprietà della chiesa, sono stati spazzati via.

“La Chiesa avventista nell’isola Salomone sta pregando per gli abitanti della provincia di Temotu, specialmente per quanti sono stati colpiti dallo tsunami”, ha affermato ancora Fafale.

L’Agenzia avventista per lo Sviluppo e il Soccorso (Adra) delle Isole Salomone partecipa nell’emergenza con altre agenzie governative e ong. Joe Lovi, responsabile delle comunicazioni di Adra Isole Salomone, ha informato che l’organizzazione umanitaria ha già fornito più di 20 pacchi di indumenti e 1.000 casse di acqua in bottiglia. Vi è anche bisogno di teloni e combustibile.