mercoledì, Settembre 30, 2020
Home > Italia > Cieli tamarri, la comunione dei numeri ultimi

Cieli tamarri, la comunione dei numeri ultimi

Cieli-TamarriPresentato in varie città il nuovo libro del past.  Rolando Rizzo

Notizie Avventiste – “Cieli tamarri” è il titolo dell’ultima opera del pastore avventista Rolando Rizzo, pubblicata in aprile dalle edizioni Periferie. Il volume raccoglie 15 racconti i cui personaggi principali sono persone umili, gente del popolo, i “numeri ultimi” che desiderano e sperano in una vita più dignitosa.

“Una speranza che spesso non vien meno neanche dopo le prove più difficili e tormentate”, evidenzia Pierantonio Zavatti nella prefazione al libro.

I racconti sono introdotti da testi biblici che “non sono soltanto sapienti citazioni”, continua Zavatti, “ma spiragli verso il cielo di un’umanità che, anche fra i tanti che non conoscono la Parola di Dio, ne sente non di rado un non esplicito ma misterioso richiamo”.

Il libro si sta diffondendo con lo stesso gradimento dei precedenti tre romanzi dell’autore: Il Mulino, Il Viaggiatore, Il Terzo treno. È stato presentato il 6 maggio al Salone del libro di Torino; il 29 maggio, nella storica libreria Prampolini a Catania; il 31 maggio nella Biblioteca Comunale di Niscemi, alla presenza del Sindaco e dell’Assessore alla Cultura, riscuotendo ogni volta lusinghiere recensioni da parte degli addetti ai lavori.

A Catania, la prof.ssa Ylenia Russo ha affermato: “La lettura della parola evangelica rischiara i ‘cieli’ tamarri, li impreziosisce, li completa, dà loro un senso…. La religione sembra l’unica vera forza in grado di cambiare l’animo umano e la storia…”

A Niscemi, il prof. Rosario Rizzo ha definito i racconti una testimonianza di un protagonista che affida i suoi ricordi a una eccezionale vena lirica e a una partecipazione struggente.

“Anche i lettori cominciano a reagire con entusiasmo”, ha affermato Rolando Rizzo che ha ricevuto vari commenti. Ne riportiamo alcuni.

“Si legge in un attimo e alla fine ho controllato per verificare se erano effettivamente 15 racconti. Sì, erano 15, ma sembravano uno solo. Devo dirti che dopo avere letto alcune storie mi sono commosso” (dott. Alfonso Salemi, biologo che in gioventù fu avventista, da Cantù, CO).

“Mi sono innamorato degli ultimi a cui hai dato voce … Un mondo bellissimo e tremendo al tempo stesso, che merita di essere ricordato attraverso opere come le tue” (dott. Salvatore Silvestro, imprenditore edile, da Maropati, RC).

“Trovo quelle storie di una umanità commovente… Paiono scritte da un bambino che ha osservato e raccontato” (Pino Esposito, regista, da Zurigo).

Per maggiori informazioni e per ordinare il libro: rizzorol@libero.it; tel. 3382171301.