lunedì, Maggio 27, 2019
Home > Italia > CeCsur. Accelerazione e alienazione

CeCsur. Accelerazione e alienazione

Notizie Avventiste – Il Centro culturale di scienze umane e religiose (CeCsur), di Firenze, invita a un nuovo appuntamento con la serie Libro amico.

Mercoledì 20 marzo, alle ore 11.00, sarà presentato il libro Accelerazione e alienazione. Per una teoria critica del tempo nella tarda modernità, scritto da Hartmut Rosa e edito da Piccola Biblioteca Einaudi. Ne parleranno Ennio Battista, sociologo e giornalista, e Hanz Gutierrez, della Facoltà avventista di teologia di Firenze.

“Questo libro” si legge sul sito einaudi.it “esamina le cause e gli effetti dei processi di accelerazione della nostra epoca. Secondo Rosa l’insieme di tali processi porta a gravi forme di patologia sociale legate al rapporto con il tempo e lo spazio, le cose e le azioni, la percezione di sé e degli altri. Subendo la pressione di un ritmo inesorabile, ognuno di noi affronta il mondo senza essere in grado di contenere quella coazione impersonale alla velocità e alla competizione che non è separabile da disagio e insoddisfazione. L’accelerazione è diventata insomma una «potenza» che domina in modo totalitario la società moderna. Cosa possiamo fare per riappropriarci di momenti di esperienza umana non alienata, di ‘buona vita’ conforme alle nostre aspirazioni e desideri più veri?”

L’appuntamento è presso la Sala Conferenze, edificio polifunzionale, in Viuzzo del Pergolino 8 (zona Careggi, accanto al Cto). L’ingresso è gratuito.

L’evento sarà trasmesso in diretta streaming video su www.hopechannel.it/diretta/cecsur

Il CeCsur nasce all’interno della Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno come progetto socio-culturale al servizio della città di Firenze, promosso dalla Facoltà avventista di teologia, dalla generosità della comunità avventista della città e dal contributo finanziario dell’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del Settimo giorno.

Per vedere le registrazioni di tutti gli incontri del CeCsur, visitare l’archivio sul sito di Hope Channel Italia.