mercoledì, ottobre 17, 2018
Home > Italia > Avezzano. A che gioco giochiamo

Avezzano. A che gioco giochiamo

Convegno al Castello Orsini sulla prevenzione dei problemi legati al gioco d’azzardo.

Notizie Avventiste – Il Castello Orsini di Avezzano ha ospitato, lo scorso 14 maggio, il convegno “A che gioco giochiamo”, organizzato dall’Uoc Ser.D (Unità operativa complessa, Servizio per le tossicodipendenze) di Avvezzano, in collaborazione con l’Arcat Abruzzo (Associazione regionale dei club alcologici territoriali – Metodo Hudolin), il Comune di Avezzano e l’Ente Osa (Opera Sociale Avventista).

“Attraverso il bando Gap 2017, l’Osa ha finanziato le diverse attività inserite nel progetto ‘A che gioco giochiamo?’ tra cui questa conferenza”, ha spiegato Tamara Pispisa, della Chiesa cristiana avventista “Si è trattato di un evento in cui la componente informativa e formativa, legata alla problematica del gioco d’azzardo patologico (Gap), si è intrecciata con momenti di riflessione musicale attraverso gli strumenti e la danza, di forte impatto”.

Dopo un saluto delle autorità, il responsabile scientifico, dott. Adelmo di Salvatore, ha introdotto il tema sottolineando l’inadeguatezza del termine “gioco” legato all’azzardo. “L’azzardo non è un gioco, ed è questa la cosa più difficile da trasmettere a chi riflette su questi temi”, ha convenuto T. Pispisa. “Altro aspetto sottolineato dal dott. Di Salvatore” ha aggiunto “è che il Gap non ha come uniche ‘vittime’ i giocatori, ma procura delle conseguenze che investono familiari e amici, datori di lavoro, colleghi e utenti, operatori sociali”.

Franco Evangelisti, direttore dell’Ente Osa e presidente della Fondazione Adventum, ha salutato gli ospiti e le oltre 200 persone che hanno seguito il convegno. Ha quindi presentato alcune considerazioni sull’urgenza di affrontare questi temi, considerata la velocità con cui il fenomeno si sta diffondendo, in modo particolare tra i giovani e gli anziani. In qualità di presidente della Fondazione, ha potuto constatare come diversi casi di sovraindebitamento derivino da un’abitudine al gioco d’azzardo che presto diventa patologico.

Per limitare i danni correlati all’azzardo, Avezzano sta studiando alcuni interventi finalizzati alla diminuzione dell’offerta e della varietà dell’azzardo, con una proposta di regolamento che i Comuni potranno adottare e una proposta di legge regionale. L’obiettivo è migliorare la prevenzione e il contrasto a questo fenomeno dalle conseguenze devanstanti e promuovere stili di vita sani. In questo è utile la nuova “Help Line Azzardo“, offerta dall’Ente Osa della Chiesa cristiana avventista, con il numero di telefono 06 360 959 59, al quale rispondono professionisti esperti.