mercoledì, Settembre 30, 2020
Home > Italia > Appuntamento di preghiera dei Ministeri Femminili

Appuntamento di preghiera dei Ministeri Femminili

Ogni lunedì sera.

Notizie Avventiste – In questi giorni, gli inviti alla preghiera arrivano da varie parti del mondo evangelico, alcuni rivolti alle donne in modo specifico. Dal canto suo, la chiesa avventista mondiale ha lanciato i 100 giorni di preghiera, dal 27 marzo al 4 luglio, e i dipartimenti dell’Unione italiana (Uicca) invitano a pregare in maniera continua e in giorni specifici.

“Anche i Ministeri Femminili si inseriscono in questa catena di preghiera nella crisi Covid-19” afferma la coordinatrice nazionale Lina Ferrara.

“Se dal governo arriva l’invito a ‘non abbassare la guardia’” aggiunge “altrettanto dobbiamo fare noi credenti, e donne credenti, nella preghiera e nella relazione personale con Dio. Tante sono le benedizioni che stiamo ricevendo in termini di serenità e pace nel cuore, di sensibilità verso chi è solo e isolato, e di solidarietà concreta. Più preghiamo e più il Signore ci ispira idee per essere vicine a chi ha bisogno”.

I Ministeri Femminili (Mmff) della chiesa in Italia aderiscono all’iniziativa di preghiera lanciata dalla responsabile dei Mmff a livello europeo, Dagmar Dorn, di incontrarsi virtualmente ogni lunedì sera, dalle 20.30 alle 21.30, ognuno da casa propria, e dedicare un momento alla preghiera. Molti i soggetti suggeriti: pregare per le persone ammalate (e non solo di Covid), i medici e il personale sanitario, i governi, gli anziani nelle case di riposo, le donne (in particolare quelle che vivono situazioni di violenza domestica e abusi), le famiglie, i bambini che sono in isolamento a casa; ma anche per le nostre chiese, i pastori e i dirigenti, per la consacrazione personale e altro ancora che ciascuno può aggiungere.

“Incoraggio tutte a ritagliare un tempo particolare di preghiera il lunedì sera” aggiunge la coordinatrice nazionale “In quell’ora, anche se non proprio contemporaneamente, le nostre voci si alzeranno insieme verso il Signore, certe che, come promette nella Bibbia, egli le ascolterà”.

Telefonate, videochiamate e chat permettono di pregare con una o più persone pur restando nella propria abitazione, osservando le indicazioni del Dpcm.

#restiamounitiadistanza