sabato, Agosto 24, 2019
Home > Mondo > Aiuti in Asia meridionale colpita dai monsoni

Aiuti in Asia meridionale colpita dai monsoni

Le violenti piogge hanno messo in pericolo milioni di persone.

Notizie Avventiste – Precipitazioni torrenziali si sono abbattute per oltre una settimana in Asia meridionale, all’inizio di luglio, causando frane e inondazioni e devastando le case di molte famiglie in India, Nepal e Bangladesh. I recenti nubifragi hanno provocato la morte di 180 persone e, secondo quanto riferito, hanno colpito oltre 44 milioni di persone. Anche se la popolazione è abituata ai monsoni, rimane la preoccupazione per i disastri che provocano sempre più frequentemente. E il pensiero va ai cambiamenti climatici.

Adra (Agenzia Avventista per lo Sviluppo e il Soccorso) lavora a stretto contatto con le autorità locali dei tre Paesi interessati per valutare i danni e intervenire a favore della popolazione.
Ecco gli aggiornamenti sugli aiuti forniti da Adra.

India
Sono stati creati rifugi per oltre 45.000 persone che hanno perso la casa e sono state aperte cucine comunitarie per fornire cibo alle famiglie più colpite. Le inondazioni peggiorano in alcune parti dell’India e i livelli delle acque dei fiumi continuano a salire. Le famiglie hanno bisogno di acqua potabile e di attrezzatura come utensili da cucina e fornelli. Adra collabora con le autorità locali e i partner per capire quali sono le esigenze urgenti.

Nepal
Sono circa 90.000 le persone maggiormente colpite da inondazioni e frane nel Paese, con danni a case e terreni. Per giorni si sono svolti interventi di salvataggio in barca dei sopravvissuti. Le aree colpite vengono fornite di prodotti alimentari e farmaci.

Bangladesh
Dal 9 luglio, i livelli delle acque in Bangladesh sono aumentati a causa delle forti piogge. Il governo ha dichiarato lo stato di emergenza nelle aree colpite dalle inondazioni, in particolare nei distretti delle regioni nord e sud-est, e chiuso le scuole. Le autorità locali hanno distribuito cibo nelle zone in cui più di 900.000 persone sono state maggiormente colpite, ma le strade bloccate rendono difficile far arrivare gli aiuti alle famiglie. Anche il campo profughi di Cox’s Bazar è stato minacciato da potenziali inondazioni e frane. Adra Bangladesh è intervenuta nella aree più colpite e continua a valutare le necessità della popolazione che ha principalmente bisogno di cibo, acqua potabile e rifugi.
[lf]

[Foto: Adra Bangladesh. Fonte: Adventist News Network]