venerdì, Maggio 24, 2019
Home > Italia > Adra Parma contribuisce al progetto dell’emporio solidale

Adra Parma contribuisce al progetto dell’emporio solidale

adraPatrizia Evola/Notizie Avventiste – Il 21 febbraio sotto un’abbondante nevicata, il pastore della comunità cristiana avventista di Parma, Daniele La Mantia, ha fatto visita all’emporio solidale della città. Il motivo è quello di creare una collaborazione con il Consiglio delle chiese cristiane di Parma (Cccpr), di cui il pastore è presidente in carica, fornendo volontari delle varie denominazioni religiose; ma anche direttamente con la chiesa avventista locale, collaborando a progetti comuni tramite l’associazione umanitaria Adra (Agenzia Avventista per lo Sviluppo e il Soccorso), sempre con l’obiettivo di aiutare chi si trova in situazioni di bisogno.

L’emporio solidale è un supermercato di generi di prima necessità, dove le persone bisognose possono recarsi per fare la spesa alimentare e di altri articoli. Il sistema di acquisto è identico a quello di un supermercato. È possibile fare la spesa grazie a una tessera a punti nominale che ogni mese è ricaricata in base al numero di componenti del nucleo famigliare. Ogni articolo “costa” dei punti che vengono scalati dalla card. Questo sistema permette di lasciare dignità e autonomia all’acquirente, perché può scegliere cosa comprare secondo ciò che gli occorre.

Le forniture all’emporio sono garantite dalla donazione diretta da parte di aziende alimentari del territorio e nazionali, e dalle donazioni provenienti da canali consolidati di raccolta di eccedenze nel territorio locale.

Il progetto dell’emporio solidale, che si fonda sul contributo del volontariato, si rivolge sia alle famiglie in difficoltà economica sia a quei lavoratori che pur avendo un’occupazione, vivono al di sotto della soglia di povertà.

La sezione di Adra Parma ha inviato il volontario Manuel Pavez come collaboratore a tempo pieno. Egli sarà la testimonianza concreta dell’impegno dell’associazione.

Il pastore La Mantia è stato accolto festosamente dal responsabile dell’emporio, dai volontari e dai clienti intenti a fare la spesa.