giovedì, Agosto 13, 2020
Home > Mondo > Adra interviene ad Haiti dopo il terremoto all’inizio di ottobre

Adra interviene ad Haiti dopo il terremoto all’inizio di ottobre

L’agenzia umanitaria avventista francese impegnata negli aiuti alla popolazione.

Notizie Avventiste – Il terremoto di magnitudo 5.9, che ha sorpreso Haiti nella notte del 6 ottobre, provocando 17 morti e 427 feriti, è stato avvertito in tutto il territorio. Tra le 12 città che hanno subito le perdite più pesanti, 3 Comuni tra i più poveri del Paese: Port-de-Paix, Saint-Louis Nord e Gros Morne.

Il team di Adra (Agenzia Avventista per lo Sviluppo e il Soccorso) lavora in due distretti più colpiti, per dare aiuto a 150 famiglie e ad altre ancora, se le risorse lo consentono.

Nei territori che hanno subito danni maggiori, vivono 3.524.000 persone, cifra che supera il 25% della popolazione haitiana. 46.692 residenti (o 7.782 famiglie) vivono le conseguenze di questo terremoto. 7.429 case sono state danneggiate e 427 edifici, tra cui 383 case private, 4 scuole e 40 servizi pubblici, sono stati completamente distrutti. Anche le infrastrutture sanitarie locali sono state colpite da questo terremoto e non sono in grado di offrire soccorso a gran parte dei feriti gravi.

La popolazione colpita ha ancora bisogno di assistenza umanitaria di emergenza. Si teme un’epidemia di colera se non si attuano subito alcune azioni preventive. Adra ha in programma di venire incontro alle necessità più urgenti, fornendo cibo, assistenza psicologica nella gestione degli infortuni, ripari di emergenza per la stagione degli uragani. Per la popolazione, al momento senza elettricità e acqua, l’agenzia umanitaria avventista attuerà un progetto di fornitura di acqua potabile e costruzione di servizi igienici.

Questo disastro ha avuto conseguenze anche sulle piantagioni, vi è quindi la necessità sostenere anche il settore agricolo, per prevenire un’ulteriore insicurezza alimentare.

(Fonte: Adra Francia)