martedì, Luglio 16, 2019
Home > Mondo > ADRA interviene ad Haiti, messa in ginocchio dall’uragano Matthew

ADRA interviene ad Haiti, messa in ginocchio dall’uragano Matthew

haiti-matthew-fritz-adraPiù di 900 i morti. Ora nel paese è allarme colera.

Notizie Avventiste – È trascorsa una settimana dal passaggio dell’uragano Matthew che ha devastato Haiti, uno dei paesi più poveri del mondo, dove il disastro naturale è diventato anche emergenza umanitaria. Oltre 900 persone sono morte e 350 mila abitanti hanno bisogno urgente di assistenza. La distruzione è stata inevitabile. Buona parte della popolazione, infatti, viveva ancora in capanne e tende dopo il terremoto del 2010, strutture incapaci di resistere alla pioggia battente e ai venti che per 36 ore hanno soffiato a 200 chilometri orari.

Alle lacrime di chi ha perso i propri cari, e tutto ciò che aveva, si aggiunge la paura di epidemie. adra-haiti-carrefour-matthew-1024x768Acqua stagnante, corsi d’acqua contaminati da cadaveri e carcasse di animali, fango che ricopre ogni cosa sono possibili focolai di infezioni. Già si sono verificati numerosi casi di colera e almeno 3 decessi.

ADRA Haiti è subito intervenuta per rispondere all’emergenza distribuendo cibo, sistemi di potabilizzazione dell’acqua e kit per l’igiene.

Ora l’agenzia umanitaria avventista collabora con Global Medic per dare accesso ad acqua sicura da bere e prevenire la diffusione del colera e di altre malattie. Gli interventi di ADRA riguardano:
– l’impianto di 7 unità di depurazione dell’acqua in grado di generare 140 litri di acqua potabile al minuto;
– la distribuzione di 288.000 Aquatab, compresse per la potabilizzazione dell’acqua, che possono rendere potabile 2,88 milioni di litri di acqua;
– la distribuzione di 1.000 kit di emergenza per le famiglie, che comprendono una unità di depurazione in grado di fornire acqua potabile per un anno, sapone, dentifricio e spazzolini da denti, assorbenti igienici, detersivi per il bucato e altri prodotti per l’igiene.

Giovedì scorso, mentrwilson-prays-iaddelegation-matthewe arrivavano le prime notizie del disastro causato da Matthew, il presidente della Chiesa cristiana avventista mondiale, Ted N. C. Wilson, ha fermato l’incontro dei dirigenti in corso presso la sede della denominazione nel Maryland, per dedicare momenti di preghiera alle popolazioni colpite.

L’uragano, che ha perso potenza nella sua corsa verso le coste americane, ha provocato ingenti danni anche a Cuba e nelle Bahamas. Diverse chiese cristiane avventiste dei due paesi (a Baracoa, Vertiente de Maisì, Nassau, ecc.) hanno ospitato centinaia di abitanti evacuati dalle loro case.

(Foto: Fritz Bissereth/ADRA Haiti/Orlando Ramirez)