martedì, ottobre 16, 2018
Home > Italia > 70 anni della Dichiarazione universale dei diritti umani e della Costituzione della Repubblica italiana

70 anni della Dichiarazione universale dei diritti umani e della Costituzione della Repubblica italiana

La Chiesa avventista ricorda i due anniversari e il trentennale della legge d’Intesa con una dichiarazione.

Notizie Avventiste – Il Comitato esecutivo dell’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del 7° Giorno (Uicca) ha rilasciato una dichiarazione per ricordare tre importanti anniversari che ricorrono in questo 2018. Il documento evidenza la natura multietnica e multiculturale della Chiesa e la sua posizione contro ogni forma di discriminazione.

Ecco la dichiarazione integrale:
“Nel settantesimo anniversario dalla proclamazione della Dichiarazione universale dei diritti umani (1948-2018) e nel settantesimo anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione della Repubblica, così come nel trentennale della legge di Intesa tra l’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del 7° Giorno e lo Stato italiano (1988-2018), la Chiesa avventista italiana ribadisce il suo impegno nella difesa e nella promozione dei diritti umani in ogni loro enunciazione, e ricorda con gratitudine verso il Signore e verso le Istituzioni della Repubblica la traduzione in legge dell’Intesa ai sensi dell’art. 8 della Costituzione. L’individuo è portatore di un corredo di diritti civili, religiosi, economici, politici, che sono, nella loro diversa condizione di cogenza, comunque meritevoli di tutela. La Chiesa avventista aborrisce ogni discriminazione di ordine culturale, etnico, religioso e di genere. È una Chiesa multietnica e multiculturale. Si è data come missione quella di recare l’annuncio del vangelo a ogni nazione, tribù, lingua e popolo. Si sente chiamata a camminare nell’osservanza dei comandamenti di Gesù e della fede in Gesù. La fede in Gesù, il comandamento dell’amore imprimono alla missione avventista uno spiccato interesse per la cura delle persone, per la promozione del diritto alla salute fisica e psichica, per il rispetto integrale della personalità altrui e per la salvaguardia del creato. I credenti avventisti si impegneranno sempre di più affinché l’univoca promozione di questi princìpi trovi espressione nello spazio pubblico. Nell’attesa fiduciosa e fedele che si compia il regno di Dio”.

(Dichiarazione votata dal Comitato esecutivo dell’Uicca, il 21 febbraio 2018, a Firenze)