giovedì, Dicembre 12, 2019
Home > Mondo > 52 tonnellate di aiuti umanitari distribuiti nella Colombia colpita dalla siccità

52 tonnellate di aiuti umanitari distribuiti nella Colombia colpita dalla siccità

ADRAColombia-aiuti a Guajira-I volontari di ADRA sono arrivati fin dalle Hawaii per offrire sollievo agli abitanti di La Guajira.

ANN/Notizie Avventiste – L’Agenzia Avventista per lo Sviluppo e il Soccorso (ADRA) ha consegnato 52 tonnellate di aiuti umanitari in una regione remota della Colombia, dove una grave siccità ha ucciso centinaia di bambini negli ultimi cinque anni.

La Colombia sta vivendo la peggiore siccità della sua storia e gli scienziati accusano il fenomeno meteorologico El Niño. La regione più colpita del paese è La Guajira, che si trova all’estremità settentrionale del Sudamerica, in una penisola tra Colombia e Venezuela.

ADRA, che già aveva portato aiuto a centinaia di famiglie di La Guajira nel mese di settembre 2014, è tornata nella zona dopo aver appreso che 29 bambini erano morti di malnutrizione nei primi cinque mesi del 2016.

“La grave siccità unita alla chiusura del confine tra il Venezuela e la Colombia ha fortemente colpito… questa zona”, ha affermato Gabriel Villarreal, direttore di Adra Colombia, “La situazione ci preoccupa molto. Basti pensare che tanti bambini a La Guajira non hanno mai visto la pioggia. È incredibile”.

Circa 75 volontari, provenienti dalla capitale della Colombia, Bogotá, ma anche da lontano, come le Hawaii, sono andati in cinque città a La Guajira, all’inizio di questo mese, e per cinque giorni hanno distribuito cibo, vestiti e scarpe, offerto assistenza medica e farmaci gratuiti, un servizio di parrucchiere e attività ricreative a migliaia di famiglie.

Le autorità delle città di Uribia, Jujurá, Alta Guajira, Kamushino e Puerto Nuevo hanno espresso gratitudine per l’assistenza ricevuta.

“Siamo molto grati per gli interventi sanitari svolti da ADRA”, ha affermato Nayla Sierra, rappresentante del dipartimento della Salute di Uribia, che ha lavorato insieme con gli operatori di ADRA, “La città di Uribia vi è grata per l’opera umanitaria svolta in diversi luoghi dove è difficile arrivare”.