venerdì, maggio 25, 2018
Home > Italia > XI Congresso nazionale della Fdei. Donne evangeliche in una società che cambia

XI Congresso nazionale della Fdei. Donne evangeliche in una società che cambia

fdei_tavola_rotondaPrenderà il via venerdì con una tavola rotonda su giustizia, solidarietà e nuove relazioni

Notizie Avventiste – “Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra” (Apocalisse 21:1) è il testo biblico che ispirerà l’XI Congresso nazionale della Federazione delle donne evangeliche in Italia (Fdei). Nel periodo difficile e confuso in cui viviamo, caratterizzato da rapidi cambiamenti e da una società sempre più globalizzata, le donne evangeliche si focalizzano sulla promessa evangelica e desiderano lavorare per una società più giusta e solidale. “Donne evangeliche in una società che cambia: praticare la giustizia, rafforzare la solidarietà, costruire nuove relazioni” è infatti il tema che animerà tutto il congresso.

Dal 17 al 19 aprile, oltre 60 donne di varie denominazioni – valdesi, metodiste, luterane, battiste, avventiste, salutiste, riformate – si incontreranno presso il Centro Ecumene di Velletri, in provincia di Roma, per riflettere e discutere su come operare concretamente nei prossimi anni. Molte di esse sono delegate dei vari gruppi, movimenti e unioni femminili, e saranno chiamate a eleggere il nuovo direttivo della Federazione che lavorerà nei prossimi quattro anni.

Il congresso si aprirà venerdì, alle ore 17.00, presso la chiesa valdese di Piazza Cavour, a Roma, con una tavola rotonda pubblica dal titolo “Giustizia, Solidarietà, nuove relazioni. Il contributo delle donne nella società che cambia”. Saranno relatrici Roberta Agostini, vicepresidente della Commissione Affari Costituzionali della Camera; Maria Josè Mendes Evora, sociologa, già presidente di No.Di.; Titti Carrano, presidente di Donne in Rete contro la violenza; Maria Andaloro, ideatrice della campagna Posto Occupato; Anna Maffei, pastora battista. Coordina Gianna Urizio, presidente Fdei.

La tavola rotonda darà gli input per la discussione che continuerà nei gruppi, durante i tre giorni del congresso; inoltre le donne elaboreranno le direttive che il nuovo Comitato nazionale della Federazione seguirà nel prossimo quadriennio.