venerdì, maggio 25, 2018
Home > Italia > Tessere una rete di gratuità

Tessere una rete di gratuità

Adra Bari e l’Associazione “Bimbo Aquilone” alla X edizione del Meeting del Volontariato.

Notizie Avventiste – Il coordinamento Adra (Agenzia Avventista per lo Sviluppo e il Soccorso) di Bari e l’Associazione Bimbo Aquilone Onlus hanno partecipato alla X edizione del Meeting del Volontariato, dedicato al tema “RelAzioni di gratuità”. Organizzato dal Centro di servizio al volontariato di Bari, l’evento si è svolto dal 15 al 17 dicembre 2017, presso il Palazzo Ateneo dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”.

“Il Meeting del Volontariato è un crocevia di esperienze e di racconti in cui le associazioni delle provincie di Bari e Bat (Barletta-Andria-Trani) hanno la possibilità di esporre nel proprio stand il materiale informativo da presentare ai tanti visitatori” ha spiegato Santa Abiusi, di Adra Bari “È una tre giorni in cui si incontrano e si confrontano molti giovani tra gli studenti delle scuole primarie, di secondo grado e i ragazzi impegnati nel progetto di alternanza scuola lavoro, le famiglie, i rappresentanti istituzionali e del mondo non profit, i professionisti, i cittadini”.

Per gli organizzatori, il Meeting vuole anche essere “una proposta culturale per la costruzione di una società fondata sui valori della reciprocità, del dono, della fiducia, che si possono riscoprire grazie alle azioni gratuite”.

Convegni, gruppi di discussione, spettacoli hanno caratterizzato anche questa edizione. Sono stati organizzati 40 laboratori, tra cui un “mini-percorso” della SalutExpò proposto da Adra Bari, insieme alla Fondazione Vita e Salute, e allestito nella Sala degli Affreschi dell’Ateneo. La SalutExpò offre un check-up gratuito, che permette di valutare lo stato di salute delle persone misurando alcuni parametri fisiologici (peso, massa grassa, pressione sanguigna, glicemia, colesterolemia, ecc.).

“L’iniziativa ha riscosso grande successo e gli organizzatori del Meeting ci hanno proposto di ripetere l’esperienza nelle prossime manifestazioni in piazza e di portare il progetto nelle scuole”, ha concluso Santa Abiusi.