Logo Chiesa avventista

La libertà religiosa è un diritto fondamentale e inalienabile dell’individuo.

Notizie Avventiste – L’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del 7° Giorno esprime sconcerto e rammarico per la sentenza del 20 aprile con la quale la Corte suprema della Federazione Russa ha bandito dal territorio russo la Congregazione dei Testimoni di Geova. L’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del 7° Giorno esprime altresì piena solidarietà alla Congregazione dei Testimoni di Geova.

Le libertà di coscienza, di religione e di culto, in un quadro sociale e istituzionale plurale e laico, così come riconosciuto dalla medesima Costituzione russa secondo gli artt. 2, 14, 28, sono infatti diritti fondamentali e inalienabili dell’individuo. Comprimere o negare tali diritti significa vulnerare le basi della democrazia liberale e disconoscere la Dichiarazione universale dei diritti umani.

Auspichiamo che tutte le chiese e tutte le organizzazioni religiose elevino la loro voce​ di protesta nei confronti della Federazione Russa. Auspichiamo che i governi degli altri paesi intervengano sollecitando una revoca di tale divieto. Confidiamo infine che le istituzioni democratiche della Federazione Russa sappiano rimediare a tale insopportabile ingiustizia e conservino un atteggiamento tollerante e benevolo verso le minoranze religiose presenti nel paese.

 

Condividi questa notizia con i tuoi amici…Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePin on Pinterest