Il musicista aveva iniziato a cantare da bambino in una chiesa cristiana avventista.

Notizie Avventiste – Il mondo del jazz e della musica è in lutto per la morte di Al Jarreau, fenomeno artistico degli ultimi decenni. È stato infatti l’unico a vincere premi importanti, i cosiddetti Grammy Award, in tre diverse categorie: Jazz, pop e rhythm end blues. Si è spento a 76 anni, in un ospedale di Los Angeles, dove era stato ricoverato per esaurimento.

Pur avendo iniziato tardi la sua carriera, aveva 30 anni, la sua passione per la musica si era manifestata fin da bambino. Figlio di un pastore avventista, a otto anni cantava durante i servizi religiosi nella chiesa che il padre serviva. La mamma era organista nella comunità e suonava gli inni e i brani musicali. Lui restava seduto sulla panca ad ascoltare e quella musica era radicata profondamente nel suo cuore. Più tardi dirà quanto sia stata importante la formazione nella sua infanzia e come la chiesa fosse “un laboratorio in cui apprendere ciò che siamo davvero”. Insieme alla sua famiglia cantava nei concerti e negli eventi di beneficenza della chiesa.

Crescendo, le sue scelte lo hanno portato lontano dalla comunità avventista.

(Foto: aljarreau.com)

Condividi questa notizia con i tuoi amici…Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePin on Pinterest