venerdì, agosto 17, 2018
Home > Italia > Settimana della libertà religiosa a Bari

Settimana della libertà religiosa a Bari

NA - Notizie AvventisteConvegno sulla laicità delle istituzioni e la tutela delle minoranze religiose

Silvia Magistà/Notizie Avventiste – In occasione della Settimana della libertà religiosa, il Consiglio delle chiese evangeliche di Bari (Cceb) ha organizzato un convegno dal titolo “Laicità delle istituzioni pubbliche e tutela delle minoranze religiose nel contesto comunale”. L’evento, seguito da un dibattito, si è svolto nella chiesa battista del capoluogo pugliese e ha visto la partecipazione di alcuni esponenti del mondo politico cittadino, insieme a rappresentanti delle varie chiese evangeliche presenti sul territorio.

Santa Abiusi, presidente del Cceb, ha evidenziato l’impegno della chiesa avventista nel far emergere e valorizzare il pluralismo religioso nel nostro paese e nel responsabilizzare le istituzioni ad accordare tutta l’attenzione che merita e la ricchezza che esso implica.

“La libertà”, ha affermato Santa Abiusi, “è uno dei valori più importanti trasmessi dalla Bibbia, che riconosce all’individuo la facoltà di scegliere se credere o meno a Dio e lo invita a resistere a ogni forma di condizionamento, interno o esterno, che ostacoli l’esercizio della sua libertà. Spesso, a causa dell’intolleranza e del pregiudizio, il bisogno di credere e manifestare la propria fede religiosa, quando si è in minoranza, viene calpestato”.

Gli interventi del prof. Valerio Bernardi, docente di Storia e Filosofia e pastore della Chiesa di Cristo, del prof. Giovanni Arcidiacono, vicepresidente dell’Unione cristiana evangelica battista d’Italia, e del prof. Nicola Pantaleo, già presidente dell’Associazione “31 Ottobre per una scuola laica e pluralista” e rappresentante della chiesa battista, hanno offerto una panoramica della laicità umiliata nel campo della scuola e hanno contribuito a chiarire maggiormente l’ esigenza di riconoscere come diritto innato e inalienabile la libertà di coscienza di ogni individuo.

Le autorità cittadine hanno espresso parole di ringraziamento per l’incontro che ha rivelato ai loro occhi realtà non del tutto conosciute. L’evento si è concluso con il reciproco desiderio di camminare insieme, per fare di Bari una città integrale, propositiva e accogliente.