Peter Yau (left) and Pakka Lau. Chinese Union Mission Booth. Exhibition at the 60th General Conference Session of the Seventh-day Adventist Church, Henry B. Gonzalez Convention Center, San Antonio, Texas, USA, July 2-11, 2015.Mai una presenza così folta a un’Assemblea Mondiale. I delegati impressionati dalla portata della più grande chiesa al mondo.

ARnews/Ann/Notizie Avventiste – Ci sono 100 milioni di cristiani in Cina. Di questi, più di 400.000 sono avventisti del settimo giorno.

La Cina è arrivata a San Antonio, all’assemblea Mondiale della Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno, con circa 50 delegati e ospiti speciali. La delegazione cinese più numerosa in assoluto. Nel descrivere la Chiesa avventista in Cina, il presidente della missione, Robert S. Folkenberg Jr., usa parole quali “dinamica”, “in transizione”, “dotata di un profondo senso della missione”.

La Chiesa avventista in Cina non è organizzata, come in altre parti del mondo, in chiese locali, Federazioni e Unioni. In realtà essa consiste in un unico livello: la chiesa locale. Una comunità può contare migliaia di avventisti, divisi in centinaia di chiese che forniscono il sostegno finanziario al proprio pastore locale. Le zone metropolitane spesso hanno una “chiesa madre” che sostiene centinaia di comunità più piccole, nel circondario.

Pakka Lau (right) with a visitor to the Chinese Union Mission Booth. Exhibition at the 60th General Conference Session of the Seventh-day Adventist Church, Henry B. Gonzalez Convention Center, San Antonio, Texas, USA, July 2-11, 2015.

Fra i delegati cinesi presenti vi è una professoressa universitaria, un’imprenditrice e un pastore.

La professoressa, avventista da 30 anni, è a capo di un gruppo di circa 80 giovani nella sua chiesa, a nord del paese. La città in cui vive, vicina al confine con la Russia, conta 3.000 membri, ma non si riuniscono tutti nello stesso edificio.

L’imprenditrice vive a Pechino, dove lavora vendendo abiti. È anziano in una chiesa di 300 persone, conduce i servizi religiosi e si occupa dei contatti con le autorità locali. A Pechino vivono circa 7.000 avventisti.

Il pastore, avventista di quarta generazione, si occupa di 13 chiese a Wenzhou, una città con oltre 3 milioni di abitanti. Nel corso degli anni ha partecipato alla costituzione di oltre 200 chiese, con circa 30.000 membri, in diverse province cinesi.

“La Cina è un luogo speciale,” ha affermato uno dei pastori cinesi presenti all’Assemblea.

In effetti, gli avventisti cinesi affrontano sfide uniche nel loro genere, come condividere il Vangelo in un paese con circa 1,3 miliardi di persone; una realtà assente in qualunque altra nazione. Ma forse, gli avventisti amano le sfide.

(Foto © Tor Tjeransen)

Condividi questa notizia con i tuoi amici…Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePin on Pinterest