cesena-festa_solidale-2016-1A Cesena la Festa Solidale sostiene l’Associazione Perledonne.

Notizie Avventiste – La tradizionale Festa Solidale di Cesena quest’anno ha focalizzato l’attenzione sulla violenza contro le donne. Nei quattro giorni dell’iniziativa, giunta ormai alla diciassettesima edizione, le attività sono state legate da un unico filo conduttore: mantenere alta l’attenzione sui crimini di genere.

“La Festa Solidale, con il suo impegno, vuole affermare con decisione il suo ‘No’ a qualsiasi forma di violenza”, ha spiegato Giovanni Benini, coordinatore della Festa, “Da credente mi piace ricordare il primo vero rivoluzionario ‘non violento’ nella figura del Cristo che, in vari episodi riportati dai Vangeli, valorizzoò la figura della donna. In questo momento di incontro e di festa vogliamo lanciare un messaggio di rispetto, di uguaglianza e di vere e pari opportunità”.

Logo 8xmille avventista

L’evento è organizzato da ADRA Romagna (Agenzia Avventista per lo Sviluppo e il Soccorso), con il patrocinio del Comune di Cesena, del Quartiere Fiorenzuola e del Servizio sanitario regionale Emilia-Romagna, e con il sostegno dell’8xmille destinato alla Chiesa cristiana avventista del settimo giorno, che aderisce al progetto raddoppiando il ricavato netto raccolto durante la festa.

Obiettivo del ricavato 2016 è l’Associazione Perledonne che promuove sul territorio e nelle scuole iniziative di sensibilizzazione e formazione con progetti di accoglienza e sostegno alle donne vittime di violenza.

associazione-prledonne-cesena“In questi dieci anni di attività abbiamo portato avanti progetti di educazione, poiché il fenomeno è prettamente culturale e tocca ogni fascia sociale, e progetti concreti di aiuto alle donne vittime di violenza”, ha affermato Elide Giordano, responsabile della comunicazione di Perledonne, “Un lavoro che ha bisogno del sostegno di molti poiché i modelli culturali non si superano solo con le buone intenzioni di un gruppo. Di fatto, continuano a essere drammatici in Italia e nel mondo i dati relativi alle violenze sulle donne. Nonostante l’allarme, le denunce e l’innalzamento dell’attenzione, anche nell’anno in corso il fenomeno produce numeri da strage”.

Quasi ogni giorno i media danno notizie di femminicidi e atti di violenza perpetrati da ex mariti, fidanzati abbandonati, corteggiatori respinti, padri-padroni, figli ribelli. A Cesena e dintorni in 5 anni sono state uccise 7 donne. Secondo i dati del tribunale di Forlì e relativi al territorio della provincia (di cui fa parte Cesena): nel 2014 ci sono state 63 notizie di reato per violenza sessuale, 47 nel 2015; per atti sessuali generici, 14 notizie di reato nel 2014, 11 nel 2015; per stalking, 114 notizie di reato nel 2014, 89 nel 2015; per maltrattamento intra-familiare, 160 notizie di reato nel 2014, 157 nel 2015.

cesena-festa_solidale-2016-4“Ciò rende evidente”, ha spiegato Giordano, “che la violenza di genere si configura sempre più come una questione culturale, di sopraffazione mutuata dalla cultura, di rigidità dei ruoli, di insicurezza da parte di uomini che non accettano l’autonomia personale e culturale delle donne, di incapacità di alcune donne di denunciare e sfuggire alla violenza di cui sono vittime, di possesso del corpo dell’altro considerato debole e dunque terreno di conquista. È il frutto della sopravvivenza di un pregiudizio che ha fatto comodo a tante culture, di categorizzazioni sociali che costruiscono quel pregiudizio, della costruzione della realtà nei rapporti tra i sessi che inizia sin da piccoli”.

Nel 2015, durante la Festa Solidale, sono stati raccolti 7.200 euro, devoluti ad ADRA Italia per la ricostruzione della scuola “Prakash Higher Secondary School” nel distretto di Kavrepalanchowk, in Nepal, crollata nel violento terremoto che ha colpito il paese due anni fa

Nei weekend 27-28 agosto e 3-4 settembre Cesena è stata teatro di incontri di riflessione, dialogo e ascolto, tavole rotonde, momenti organizzati per i più piccoli, laboratori creativi per ragazzi, serate di cultura e musica, e poi mercatini, sport, giochi, mostre.

14232627_631720063654517_1977438701771048378_nTra gli ospiti, oltre a esponenti del Comune e dell’Associazione Perledonne, sono intervenute anche Dora Bognandi, presidente della Federazione delle donne evangeliche in Italia (FDEI) che la mattina del 27 agosto ha tenuto una riflessione su “Bibbia, violenza e dignità femminile”; ed Elisa Gravante, di ADRA Italia, con un intervento la mattina del 3 settembre dal titolo “Tre metri sopra il muro. Libere dalle barriere della brutalità”.

La Festa Solidale è ogni anno attesa e partecipata dalla cittadinanza cesenate e dai residenti della provincia forlivese. E tutte le iniziative sono “principalmente frutto del grande lavoro dei volontari di ADRA Romagna e della chiesa cristiana avventista, senza dimenticare l’importante collaborazione con 25 associazioni di volontariato del territorio che portano volentieri il loro supporto alla Festa”, ha concluso Benini.

Ma non è finita qui.

Sabato 8 ottobre, alle ore 18.00, è in programma una tavola rotonda sul tema “Violenza sulle donne: l’emergenza continua”. L’appuntamento è presso la chiesa cristiana avventista di via Gadda 300, a Cesena. Seguirà un momento conviviale.

Alle ore 20.00, sarà organizzata una fiaccolata per le vie del Quartiere Fiorenzuola per ribadire ancora un forte “No” alla violenza sulle donne.

(Foto: ADRA Italia-Facebook)

Condividi questa notizia con i tuoi amici…Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePin on Pinterest