venerdì, agosto 17, 2018
Home > Mondo > Pitcairn è il primo paese al mondo ad aver riconosciuto il diritto di voto alle donne

Pitcairn è il primo paese al mondo ad aver riconosciuto il diritto di voto alle donne

N39-PitcairnNotizie Avventiste/EudNews – Quando sei una minuscola e sperduta isola del Pacifico, è bello essere “primi” in qualcosa. Ed è un primato che le donne di Pitcairn hanno celebrato venerdì 29 novembre 2013: essere  il primo paese al mondo ad aver concesso il suffragio alle donne.

Nel 1838, il capitano Russell Elliott scrisse nella Costituzione dell’isola che le donne avevano il diritto di voto. E quest’anno si è celebrato il 175 ° anniversario di tale diritto con un sontuoso banchetto preparato dagli uomini per le donne. Lettere di congratulazioni in merito al primato di Pitcairn sono arrivate sull’isola da organizzazioni nazionali e internazionali femminili di tutto il mondo.

“Sono orgogliosa che i miei antenati abbiano valorizzato le donne, dando loro istruzione e il diritto al voto, e che lo abbiano fatto prima di qualsiasi altro paese. Inoltre, tutto è avvenuto senza manifestazioni, scioperi della fame e altre pressioni cui assistiamo oggi in molti paesi del mondo”, ha affermato una signora di Pitcairn.

Se un cittadino di Pitcairn dai 18 anni in su, uomo o donna che sia, non vota alle elezioni annuali, riceve una multa; per cui l’affluenza alle urne è del 100 per cento!

Nel capitolo “The Development of the System of Government and Laws of Pitcairn Island From 1790 to 1971,” del libro “Laws of Pitcairn, Henderson, Ducie e Oeno”, del 1971, Donald McLoughlin scrive:

“Con la promulgazione di questa Costituzione e di queste leggi, la comunità di Pitcairn stabilì non solo due primati nella storia legislativa britannica, cioè l’introduzione del suffragio femminile per la prima volta in una Costituzione britannica e l’introduzione dell’obbligo di istruzione dei bambini per la prima volta in un territorio britannico, ma ha anche aperto una nuova era per l’isola”.

Sono attualmente circa 36 gli abitanti di Pitcairn che possono votare: 19 donne e 17 uomini.

La maggior parte dei 60 abitanti che oggi popolano l’isola sono i discendenti dei marinai della famosa nave britannica Bounty, che si ammutinarono contro il capitano William Bligh. Essi cercarono un nascondiglio sicuro dalle autorità britanniche e lo trovarono a Pitcairn, dove si rifugiarono nel 1790. Cento anni dopo, buona parte degli isolani divennero membri della Chiesa avventista del 7° giorno.