Corso LEga vita e Salute_firenzeLa Lega Vita&Salute organizza a Firenze un corso Ecm diretto dal dott. Franco Berrino

Notizie Avventiste – L’assistenza ospedaliera aiuta in maniera più efficace il paziente nel decorso della sua patologia quando offre cure person-centered e tiene conto della dinamiche mente-corpo. Per offrire aggiornamenti sulle esperienze di umanizzazione e personalizzazione dell’assistenza ospedaliera, la Lega Vita&Salute organizza il corso “L’assistenza ospedaliera personalizzata”. Una giornata di studi che si svolgerà a Firenze, martedì 3 febbraio, dalle ore 9.00 alle 17.00, presso la Sala conferenze dell’Istituto avventista di cultura biblica, in Viuzzo del Pergolino 8, a Firenze. Direttore scientifico del corso è il dott. Franco Berrino, dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.
Il corso è accreditato per tutte le professioni sanitarie, è aperto a 40 partecipanti e offre 6,5 crediti. È comunque aperto anche a tutti, studenti universitari compresi, senza crediti Ecm.

Notizie Avventiste ha rivolto alcune domande a Ennio Battista, responsabile della Lega Vita&Salute.

Notizie Avventiste: Che cos’è l’assistenza ospedaliera personalizzata?
Ennio Battista: Non c’è una definizione precisa. Si tratta di iniziative, pratiche di sostegno e cura che tengono conto delle peculiarità psicofisiche del paziente. E abbracciano un’idea globale di salute. Per cui oltre alle cure tradizionali, si individuano altre risorse, tra cui l’affetto di familiari e parenti, per esempio, attività di miglioramento della qualità della vita e le risorse spirituali.

N. A.: Quali temi saranno trattati, in generale, nel corso?
E. B.: Nel convegno sono state riunite alcune esperienze di eccellenza nell’ambito dell’assistenza ospedaliera. Come gli studi del dottor Lissoni a Monza, che hanno valutato l’impatto della fede nel miglioramento delle cure chemioterapiche in pazienti colpiti da tumore al polmone. O i progetti che considerano l’importanza delle differenze culturali nelle cure ospedaliere in una società multietnica.

N. A.: Come nasce l’idea di questa giornata di studi?
E. B.: Dalla necessità sempre più urgente di uscire da schemi standardizzati di cura e assistenza troppo legati agli strumenti tecnologici e sempre meno alle risorse umane, come la valorizzazione del rapporto medico-paziente. D’altronde, da sempre Vita&Salute ha promosso una visione della salute che considera non solo i fattori fisici ma anche emozionali, sociali e spirituali. E oggi la scienza medica più avanzata, come potremo scoprire durante il convegno, rivela l’importanza di tutti questi elementi nell’intervento terapeutico.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 055 23 26 289.
Per scaricare la locandina, il programma e la scheda di iscrizione al corso, cliccare qui.

La Lega Vita&Salute è un’associazione laica, aperta ai contributi di tutti coloro che vogliono cooperare al benessere delle persone e dell’ambiente. La nostra laicità non ci impedisce però di ispirarci ai valori del cristianesimo, in particolare al concetto di fratellanza universale, che ci spinge a guardare verso l’altro indipendente dal suo credo e dal colore della sua pelle. Come a una persona uguale a noi.
www.vitaesalute.net

Condividi questa notizia con i tuoi amici…Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePin on Pinterest