Le iniziative di sviluppo finanziate da Adra International hanno prodotto risultati inaspettati.

ARnews/Notizie Avventiste – L’insegnante di una delle comunità rurali più disagiate del Nepal lavora per cambiare la vita delle generazioni presenti e future. Il suo impegno nell’attuare le iniziative di sviluppo di Adra International (Agenzia Avventista per lo Sviluppo e il Soccorso), ha ridato sicurezza e dignità alle donne nella comunità e nella famiglia.

Da oltre un decennio, Niruala Shrestha e la sua comunità si dedicano alla creazione di un futuro migliore per i loro figli. Non sono stati gli imprenditori e neanche gli anziani del villaggio a portare avanti questa visione, ma le donne come Niruala, che hanno avviato un cambiamento fin dalle fondamenta.

Nala era una regione senza speranza. L’agricoltura, spina dorsale della comunità, era sfruttata dalle imprese di Kathmandu. Le famiglie erano ridotte alla fame, i bambini non potevano andare a scuola e le donne subivano abusi. Purtroppo, sono state proprio le donne di Nala ad aver sofferto di più.

“Ma Neruala è più di un’insegnante”, ha affermato un’operatrice di Adra International, “guida una cooperativa femminile che pianifica, finanzia e implementa una serie di programmi di miglioramento all’interno della comunità”.

Ha iniziato con l’istruzione di base e l’educazione alla salute, poi Adra ha introdotto i corsi di formazione nelle competenze agricole e finanziarie, per aiutare le famiglie di Nala a raggiungere un reddito più sostanzioso e stabile. In molti casi, sono state le donne a beneficiare di più. L’aver appreso delle abilità ha portato loro un’uguaglianza che non avevano mai avuto prima.

Adra ha poi aiutato gli agricoltori a diversificare i raccolti e aumentare la produttività. È stato istituito un centro del raccolto per la vendita all’ingrosso, che ha permesso alla comunità di chiedere prezzi più elevati per i prodotti e di eliminare il potere contrattuale dei grossi commercianti di Kathmandu. Durante la stagione del raccolto, ogni giorno si arriva ad avere fino a 20 camion di prodotti acquistati da questo centro.

Poi Adra ha introdotto i corsi di microfinanza e ha istituito un club di risparmio delle donne, che presto è arrivato ad avere oltre 1.000 socie, permettendo la creazione di un gruppo di cooperative al femminile.

È questo gruppo che Niruala dirige, con il sostegno e la formazione continua alla leadership offerta da Adra, per migliorare Nala e la vita dei suoi residenti. Alcune delle modifiche generate a Nala dal centro del raccolto e dalle cooperative sono ovvie: nuovi bagni, scooter di proprietà delle famiglie e bambini sorridenti che vanno a scuola. Ma altri cambiamenti più importanti rischiano di rimanere invisibili, perché quello che non si vede è la libertà economica scoperta dalle donne di Nala.

Grazie alla formazione attuata dall’agenzia umanitaria avventista e all’impegno di ciascuna per il cambiamento, le donne come Niruala hanno chiesto micro crediti o hanno ottenuto sovvenzioni per avviare e sviluppare le loro attività.

In molti casi, ora sono le donne a sostentare la famiglia. Un cambiamento sorprendente. Ma oltre a sconfiggere la povertà, questo tipo di potere ha liberato le donne da qualcosa di più aggressivo. Prima che Adra arrivasse a Nala, quasi tutte le donne sposate subivano abusi. Oggi, una donna nella comunità di Niruala non viene picchiata dal marito.

Perché? Perché, nonostante non si sperimenti ancora l’uguaglianza culturale, le donne di Nala hanno potere economico; sono le uniche a poter accedere ai prestiti della cooperativa di risparmio delle donne. Gli uomini lo sanno e ne sono contenti. Finalmente le donne di Nala sono considerate preziose e l’abuso è scomparso. Possiamo ringraziare Dio per questo, affermano da Adra International.

 

Condividi questa notizia con i tuoi amici…Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePin on Pinterest