Campagna7Mariarosa Cavalieri – A chi andrà quest’anno il premio Nobel per la pace? Mi chiedevo. Ogni anno, infatti, il 10 dicembre, anniversario della scomparsa di Alfred Nobel, fondatore di questo premio, il riconoscimento viene assegnato a persone che si sono distinte nella lotta per valori unici e imprescindibili.

Ed ecco che su Internet la notizia comincia a circolare: a Oslo, Norvegia, il premio quest’anno è stato consegnato a due persone che si sono battute in campagne a favore dei diritti dei più giovani: Malala Yousafzai, adolescente pakistana, e Kailash Satyarthi, avvocato indiano. La cosa mi colpisce: un’adolescente e un adulto, uniti da intenti comuni, riconosciuti a livello mondiale per questo, e uniti nell’onore di ricevere un tale premio.

Malala Yousafzai, 17 anni, è la più giovane ad avere mai ricevuto questo premio. Nell’ottobre 2012, quando era quindicenne, aveva rifiutato il divieto di andare a scuola imposto alle bambine nel suo paese e, per questo, era stata attaccata da un gruppo talebano armato, riportando gravi ferite al capo. Da allora Malala è divenuta un simbolo ispiratore nella lotta in favore dei diritti dei bambini come quando, nell’ottobre 2013, pronunciò un deciso discorso all’Onu, davanti a tutti i capi di Stato e governanti del mondo.

Kailash Satyarthi ha 60 anni e già da circa venti lotta contro lo sfruttamento del lavoro minorile in modo pacifico e determinato. Fra le sue varie iniziative da attivista, c’è la fondazione del Bachpan Bachao Andolan (Missione Salvare l’Infanzia),a favore dei diritti dei bambini e per mettere fine al traffico di esseri umani, ma si è speso anche in favore del diritto di ogni bambino all’istruzione e in altre cause onorevoli.

È così bello vedere uniti una musulmana e un indiano, una giovane e un adulto, accomunati dalla lotta contro l’abuso, il maltrattamento, l’ignoranza e lo sfruttamento. Un esempio che ciascuno può avere l’onore di seguire!

La Chiesa avventista e il dipartimento dei Ministeri a favore dei Bambini portano avanti, da alcuni anni, la Campagna 7 – Stop ora agli abusi sui minori. Per sensibilizzare e impegnarsi a far cessare ogni tipo di abuso sui bambini e le bambine. Maggiori informazioni su: www.avventisti.it/stopabusi

Condividi questa notizia con i tuoi amici…Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePin on Pinterest