domenica, giugno 24, 2018
Home > Italia > L’integrazione, quella vera, attraverso lo scoutismo

L’integrazione, quella vera, attraverso lo scoutismo

Logo 8xmille avventista

Emiliana Vittorini – “L’Aisa per me, ma anche per i ragazzi e gli altri animatori, è uno strumento di integrazione vera, quella buona, quella che non appiattisce ma arricchisce, che non accosta le culture diverse ma favorisce la crescita, che crea una comunità piena di risorse”. Con queste parole Sara, animatrice del club scout di Palermo, ci racconta il valore profondo dello scoutismo per i ragazzi. “Il sabato pomeriggio” continua Sara “più che durante la settimana a scuola,  i ragazzi vivono il sentimento della fratellanza e del cameratismo, che non si sofferma sul colore della pelle o sulla lingua in cui si pensa o si parla. I ragazzi trovano scopi comuni, problemi e desideri universali. Imparano a comprendere le normali differenze non come un problema, ma come una scoperta dell’altro”.
L’8xmille alla Chiesa Cristiana Avventista del 7° Giorno ha consentito ai ragazzi in difficoltà di avere l’equipaggiamento indispensabile per intraprendere un percorso scoutistico fatto di riflessione, sport e natura. Gli animatori hanno potuto avere strumenti importanti per il loro impegnativo lavoro. Le famiglie hanno sentito di non essere sole nell’importante compito di favorire una crescita armonica dei propri figli.
La tua firma per la Chiesa avventista si converte in azioni concrete, che promuovono una crescita sana e completa dei ragazzi.
Nella dichiarazione dei redditi, ricorda di destinare il tuo 8xmille firmando nell’apposita casella “Unione delle Chiese Cristiane Avventiste del 7° giorno”.

Per leggere l’articolo completo della testimonianza di Sara e degli animatori del suo gruppo scout vai su http://www.ottopermilleavventisti.it/scoutismo-e-integrazione/

(e.v. – area fundraising)