giovedì, aprile 26, 2018
Home > Italia > Lettura non-stop del Nuovo Testamento e Staffetta della Parola

Lettura non-stop del Nuovo Testamento e Staffetta della Parola

È partita la quarta edizione del Bibbia Festival a Cesena, quest’anno dedicato alla crisi della speranza.

Notizie Avventiste – 87 persone hanno letto il Nuovo Testamento per 23 ore consecutive a Cesena. L’evento, una tradizione ormai consolidata nella cittadina romagnola, è organizzato da 17 anni dalla chiesa cristiana avventista alla vigilia di Pasqua.

“Avremmo voluto cambiare qualcosa di questa tradizione” ha spiegato il past. Giuseppe Cupertino “ma i nostri amici cattolici ci hanno chiesto di replicarla anche per la Pasqua 2018”.

Voci di fedi e culture diverse hanno reso omaggio alla parola, alternandosi dalla sera di venerdì 14 alla sera di sabato 15 aprile nello stand allestito davanti al Duomo. Tra i lettori anche il sindaco, il vicesindaco, il presidente della Croce Rossa e altre personalità locali e regionali. Quattro giovani nigeriani, approdati a Lampedusa sui barconi e ospitati in un centro a Cervia, hanno preso parte alla manifestazione e hanno letto brevi passi in inglese.

“Questi ragazzi, uno dei quali è avventista, frequentano la chiesa e studiano la Bibbia” ha affermato Giovanni Benini, anziano della comunità avventista di Cesena “Arrivano puntuali il sabato mattina e ci danno anche un esempio in questo”.

Una novità ha comunque caratterizzato questa edizione: un dono dei bambini della chiesa cristiana avventista.
“I nostri ragazzi hanno detto la loro con un piccolo omaggio a tutti i lettori del Nuovo Testamento”, ha detto Laura Paris “Un sasso bianco con scritto Tag, acronimo di ‘Tempo di amicizia con Gesù’, è stato donato per ricordare quanto sia importante e fondamentale avere una relazione con Dio. Mani giovani e inesperte, mani semplici e voci poco potenti, insieme con Dio possono diventare rocce su cui costruire un futuro eterno. Che le benedizioni siano su queste giovani mani donanti e sulle mani adulte riceventi”.

Staffetta della Parola
Al termine della lettura non-stop, il past. Cupertino ha consegnato al responsabile del Movimento scout adulti cattolici italiani (Masci) una Bibbia, versione interconfessionale, dando così il via alla “Staffetta della Parola”, un percorso in cui cristiani di denominazioni diverse (protestanti, cattolici e ortodossi) accolgono e portano la Bibbia nelle loro chiese. L’iniziativa vuole sottolineare l’importanza della parola di Dio nella vita dei singoli e delle comunità di fede.

Dalla Pasqua alla Pentecoste, la Bibbia farà tappa in dodici luoghi di culto cristiani, il sabato e la domenica; il viaggio di concluderà il 20 maggio, nella chiesa cattolica “santa Maria Goretti” di Cesenatico.

Bibbia Festival
Le due iniziative (lettura non-stop e staffetta) hanno aperto la quarta edizione del Bibbia Festival. “La crisi della speranza. Guardare al cambiamento attraverso la parola” è il tema del 2018, affrontato da diverse angolazioni negli incontri organizzati nei mesi di aprile e maggio.

“Dopo aver riflettuto nelle precedenti edizioni sull’accoglienza e sui 500 anni della Riforma luterana, quest’anno abbiamo deciso di creare momenti di riflessione sul concetto di percezione che si ha oggi rispetto al nostro futuro, soffermandoci in particolare sul lavoro e sull’innovazione”, ha spiegato il past. Giuseppe Cupertino. Ha poi citato il sociologo Zygmunt Bauman che, per quanto riguarda il senso di incertezza, evidenzia tre elementi: la crisi economica, la perdita di controllo rispetto alla natura e i fenomeni migratori.

Lavoro, tempo di riposo, fine di un’epoca, tutela del pianeta, rispetto del creato per una terra di speranza, salvare il futuro, sono questi alcuni argomenti in programma. Senza dimenticare la rassegna di dipinti e sculture di quattro noti artisti locali, per dare luce all’arte come simbolo di speranza (dal 26 al 29 aprile), e la celebrazione dei 100 anni di storia della Bibbia a Cesena (5 maggio).

Bibbia Festival è una iniziativa della comunità avventista di Cesena, realizzata in collaborazione con l’Istituto avventista di cultura biblica di Firenze, il Museo interreligioso di Bertinoro e l’8xmille destinato all’Unione italiana delle chiese cristiane avventiste (Uicca).

Prossimo evento
“Sarà la fine del lavoro?” è il quesito a cui si cercherà di dare una risposta, sabato 7 aprile, nei due incontri in programma nella chiesa cristiana avventista di Cesena.

Alle ore 11.00, il past. G. Cupertino parlerà del “lavoro come valore e come responsabilità”.
Alle ore 16.00, si terrà la tavola rotonda “L’innovazione cambia il nostro modo di vivere e di lavorare. Quali conseguenze per la nostra etica?”. Interverranno il prof. Hanz Gutierrez, presidente del Centro culturale di scienze umane e religiose (CeCsur) di Firenze; il prof. Gianni Pasolini, dell’Università Alma Mater di Bologna. Modera il giornalista Giampaolo Castagnoli.

L’appuntamento è in via C. E. Gadda 300. L’ingresso è libero.

Nelle prossime settimane, Notizie Avventiste pubblicherà aggiornamenti sugli eventi del Bibbia Festival.

Scarica il pieghevole di Bibbia Festival 2018.