giovedì, dicembre 14, 2017
Home > Italia > L’accoglienza di Dio. La Parola protagonista a Cesena

L’accoglienza di Dio. La Parola protagonista a Cesena

Cesena-Lettura-no-stop2016-4Sindaco, assessori, personalità religiose, rappresentanti dell’EUD, in tutto 90 persone di diverse confessioni si sono alternati nella lettura no-stop del Nuovo Testamento. È iniziata così Bibbia Festival 2016. Partita anche la staffetta della Bibbia.

Notizie Avventiste – L’accoglienza è il tema che anima Bibbia Festival 2016, la serie di eventi organizzati dalla chiesa cristiana avventista del settimo giorno di Cesena, iniziata con la XIV edizione della “Lettura no-stop del Nuovo Testamento”. 90 persone di fedi e culture diverse si sono alternate in 23 ore di “incontro” con i testi sacri, da venerdì 25 a sabato 26 marzo.

L’iniziativa ha preso il via in un momento particolare, dopo gli attentati a Bruxelles.
Cesena-Lettura-no-stop2016-8“In generale c’è una percezione di insicurezza che ci colpisce perché sentiamo meno saldi i valori ai quali ci siamo rifatti fino a oggi”, ha affermato il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi, “Forse è necessario ripartire oggi, come facciamo attraverso la lettura della Bibbia, dalle cose che ci paiono più importanti per cercare di contestualizzare e di avere meno paura di quello che ci sta accadendo”.

Cesena-Lettura-no-stop2016-6Anche Lia Montalti, consigliere regionale dell’Emilia Romagna, è intervenuta sull’argomento Europa: “In questi giorni, parlare d’Europa veramente ci tocca profondamente il cuore. Credo che la Pasqua debba essere l’occasione per poter pensare al futuro e, anche attraverso la sofferenza, capire quale percorso vogliamo per quest’Europa. Me la immagino un luogo dove non si alzano muri per contenere o tenere fuori la sofferenza, ma in cui insieme, come cittadini europei, nel dialogo con gli altri paesi, riusciamo a rilanciare quei valori, come libertà, condivisine e solidarietà, che ci hanno reso forti e uniti”.

Cesena-Lettura-no-stop2016-5Nello stand preparato in Piazza Giovanni Paolo II, nei pressi della cattedrale, Lucchi ha letto la parte del vangelo di Matteo in cui il re Erode, dopo che i magi hanno visto Gesù, cerca di farlo morire. “Questo testo mi sembra l’esemplificazione del non rispetto per i bambini, quindi del non rispetto per la vita che invece va assolutamente protetta”, ha commentato il sindaco al microfono della televisione web, Hope Channel Italia, presente nello stand.

Anche il vicesindaco, Carlo Battistini, e l’assessore all’Innovazione e Sviluppo, Tommaso Dionigi, hanno partecipato alla lettura no-stop.
“Ho letto in Matteo. Il passo che mi piace di più è il discorso della montagna e in questo vangelo è raccontato in modo più chiaro e comprensibile”, ha detto Battistini, “È il vero programma di Gesù per gli uomini; se lo leggiamo capiamo molte cose”.

Cesena-Lettura-no-stop2016-9“Ho letto il capitolo 3 di Matteo che parla del battesimo di Gesù”, ha affermato l’assessore Dionigi, “La parola e il testo sacro sono, tra le altre cose, condivisione; l’iniziativa che avete scelto di realizzare, diventata ormai una tradizione, credo che sposi in pieno questo spirito. Viviamo in un tempo caratterizzato da una frenesia molto alta ed è bello fermarsi per dare valore alla Parola, da un lato, ma anche alla riflessione che la Parola porta”.

La consigliera regionale ha commentato: “Mi piace tantissimo questa iniziativa, perché nell’ascolto, nel dialogo e nell’incontro tra le diversità si riesce a costruire e si superano i pregiudizi. Il passo che ho letto e il brano di Gesù che va e chiama dei pescatori a seguirlo. Il richiamo di seguire Gesù nella nostra quotidianità ci aiuta a superare soprattutto le paure, perché viviamo in un mondo pieno di insicurezza e di incertezza e quindi più che mai ci aiuta ad essere forti, ad avere speranza, soprattutto”.

L’evento è stato apprezzato anche dagli altri partecipanti: giornalisti, rappresentanti dei quartieri, rappresentanti della realtà religiosa cesenate, Movimento dei focolari, Movimento del rinnovamento dello Spirito, i gruppi scout MASCI e AISA, l’Azione cattolica ragazzi, l’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, i rappresentanti della Regione Intereuropea (EUD) della Chiesa cristiana avventista.

Cesena-Lettura-no-stop2016-7“Ho avuto il piacere di partecipare alla lettura del Nuovo Testamento in una centralissima piazza della ridente Cesena”, ha affermato Paolo Benini, direttore dei Ministeri personali e della Scuola del Sabato presso l’EUD, a Notizie Avventiste, “Non era la prima volta, per cui ero già a conoscenza dei retroscena delle difficoltà e dell’impegno. La chiesa di Cesena organizza questa iniziata da un buon numero di anni e lo fa in cooperazione con credenti di altre denominazioni, pur essendone l’ideatrice e la principale organizzatrice”.

La lettura continuativa del Nuovo Testamento ha l’obiettivo di sensibilizzare e promuovere interesse per la Bibbia, “far penetrare questo libro in tutti gli ambiti di una realtà cittadina come Cesena, che conta circa 90.000 abitanti”, ha aggiunto P. Benini, “Radio, televisioni e giornali hanno dato ampia attenzione all’evento e a questo Libro che rimane il documento universale, fondamentale, di spiritualità, di valori, etica e conoscenza di Dio. Far conoscere la Bibbia è un Cesena-Lettura-no-stop2016-3modo fondamentale di evangelizzazione. È un piccolo seme che la chiesa di Cesena ha voluto da anni spandere e che solo un giorno sapremo dove ha messo le radici. Speriamo che abbia trovato e trovi sempre dei cuori disposti all’ascolto”.

Nonostante le iniziali difficoltà, per l’occupazione della piazza Giovanni Paolo 2° di Cesena che rischiava di far saltare l’iniziativa e la Via Crucis del venerdì di Pasqua, “la Bibbia è stata al centro della città e presente nello scenario e nella memoria dei suoi abitanti”, ha affermato Gionatan Breci, pastore della chiesa cristiana avventista di Cesena, “Che Dio possa ampiamente benedire la sua Parola, e prontamente vigilare su di essa ‘… per mandarla ad effetto’ (Ger 1:12)”.

Cesena-Lettura-no-stop2016-1

Partita anche la staffetta della Bibbia
Sabato 25 marzo in Piazza Giovanni Paolo II, a Cesena, si è dato il via alla “Staffetta della Parola”. L’oggetto simbolico della staffetta è una copia della Bibbia Interconfessionale, utilizzata dai 90 lettori che si sono alternati nella “Lettura del Nuovo Testamento 24 H No-Stop”.

Passaggio della Staffetta da Chiesa Avventista a MasciDallo stand della lettura, davanti alla Cattedrale di Cesena, si è svolta la cerimonia di consegna della Bibbia dalla chiesa cristiana avventista al gruppo scout MASCI.
“Il volume della Scrittura sosterà e passerà attraverso tredici tappe”, ha spiegato il past. G. Breci, “tra chiese cattoliche, greco cattoliche, ortodosse, la Società San Vincenzo de Paoli, le associazioni scoutistiche MASCI e AISA, fino alla domenica di Pentecoste, con l’obiettivo di ‘accogliere’ la Parola, per creare attorno a essa interesse, dialogo, fraternità e fede. Siamo chiamati a incarnare la Parola nella vita quotidiana, perché il libro della nostra vita è quello che la gente che ci guarda sa leggere, sempre!”.