giovedì, dicembre 14, 2017
Home > Italia > Laboratorio 90 minuti insieme

Laboratorio 90 minuti insieme

Adra e gli studenti dell’Istituto avventista di Firenze in un progetto per i minori non accompagnati del Gambia.

Notizie Avventiste – “Laboratorio 90 minuti insieme” è un progetto di Adra Italia, in collaborazione con il centro di seconda accoglienza della cooperativa il Cenacolo e l’Istituto avventista di cultura biblica (Iacb). Iniziato il 7 novembre a Firenze, coinvolge minorenni rifugiati del Gambia, seguiti da Sara Coletta e Federico Bleynat, e ha l’obiettivo di creare uno spazio d’incontro sociale e di amicizia, per sviluppare nuove aree di interesse e praticare la lingua italiana.

“Cosa c’è in comune fra alcuni giovani dello Iacb e un gruppo di ragazzi minori non accompagnati provenienti dal Gambia?”, chiede Elisabeth Pontvik, sul sito di Adra news. “Parecchio”, è la sua risposta, considerato “quello che è emerso nel primo incontro: la passione per il calcio, l’alto valore dato alla famiglia e agli amici, la voglia di imparare e fare qualcosa insieme, il gusto per le arachidi, ‘tio’ in mandingo, una delle lingue del Gambia”.

Partire dai punti in comune è fondamentale se si vuole entrare subito in connessione e seguire un percorso insieme.

“Questo primo laboratorio vuole insegnare a restaurare delle vecchie biciclette”, spiega ancora Elisabeth, “In questo, Federico è un esperto. Ha subito messo il gruppo a suo agio. Per iniziare è stato organizzato un gioco al fine di testare il livello di conoscenza di come è fatta una bicicletta. Con tutto l’ottimismo possibile, c’è molto da imparare!”.

Gli incontri del laboratorio avranno cadenza settimanale e si terranno in un locale dello Iacb, dove i ragazzi impereranno a rimettere a nuovo una bicicletta vecchia e malridotta, senza sellino, sverniciata e con tante parti da sistemare.

“Federico ha spiegato che nei raduni successivi il gruppo l’avrebbe smontata tutta per ripristinarla fino alla vernice”, conclude Elisabeth, “Il gruppo è rimasto con la voglia di poter trasformare insieme un oggetto rotto, che si sarebbe dovuto solo rottamare, in qualcosa di utile e bello. Un piccolo simbolo di ciò che può succedere nella vita di ognuno di noi”.

(Fonte e immagine: Adra Italia news)