venerdì, maggio 25, 2018
Home > Mondo > In Messico del sud, la libertà religiosa cresce nonostante la tradizione di intolleranza

In Messico del sud, la libertà religiosa cresce nonostante la tradizione di intolleranza

N13-MessicoNotizie Avventiste – Una grande festa della libertà religiosa, svoltasi il 24 marzo nello stato del Chiapas, nel Messico meridionale, ha evidenziato come la libertà di coscienza continui a migliorare in questa regione che ha una storia fatta di persecuzioni contro alcune religioni.

Più di 25.000 persone hanno affollato il Victor Manuel Rayna Stadium, nella città di Tuxtla Gutiérrez, per il festival “Amicizia e libertà religiosa”. L’evento è stato trasmesso anche dalla radio su Internet.

“Gli abitanti del Chiapas sanno che cos’è la persecuzione religiosa, sanno quanto costa seguire la propria coscienza”, ha affermato John Graz, segretario generale dell’International Religious Liberty Association (Irla). “Siamo grati per il progresso della libertà religiosa qui, dove le persone ora possono scegliere la loro fede senza trovare opposizione”.

Graz ha poN13-Messico2i affermato che con questa manifestazione, la più grande nel suo genere nella regione, si è voluto ringraziare lo stato del Chiapas, il suo governatore e le autorità statali per il riconoscimento di questo diritto umano fondamentale.

Gli episodi di intolleranza verso coloro che non appartengono alla fede cattolica dominante sono fortemente diminuiti negli ultimi anni. Non più di un decennio fa, la regione era ancora nota per la persecuzione contro i protestanti.

Nel 2008, il servizio stampa avventista Ann aveva visitato alcune chiese i cui vicini impedivano la costruzione di edifici di culto autorizzati. In altre zone dello stato, le proprietà erano a volte distrutte o i credenti protestanti che si erano convertiti dalla fede dominante venivano imprigionati.

Nel 2011, l’Irla ha tenuto un forum in Chiapas, cui hanno partecipato 600 persone tra pastori, laici e funzionari governativi. In quella occasione, le autorità federali e statali spiegarono che erano state da poco approvate delle leggi per garantire la libertà religiosa e che a breve vi sarebbe stato il loro pieno riconoscimento e attuazione.

Durante il festival, il presidente della Chiesa avventista mondiale, Ted N. C. Wilson, ha ringraziato pubblicamente il sindaco di Tuxtla Gutiérrez per aver agevolato l’organizzazione dell’evento. “Siamo molto grati alle autorità e a tutte le persone di buona volontà per la libertà religiosa di cui godete “, ha affermato Wilson. “Dio ci chiede di promuovere e favorire la libertà di coscienza non solo in Chiapas ma in tutto il mondo”.

Ci sono 218.000 membri della Chiesa avventista in Chiapas.