sabato, dicembre 16, 2017
Home > Italia > Giovani avventisti assistono i senzatetto di Catania

Giovani avventisti assistono i senzatetto di Catania


Ogni lunedì distribuiscono pasti, bevande e generi alimentari a una trentina di persone senza fissa dimora e non solo.

Notizie Avventiste – Da più di due anni, i giovani della chiesa cristiana avventista (GA) di Catania e i loro dirigenti, con il prezioso supporto di ADRA (Agenzia Avventista per lo Sviluppo e il Soccorso), si prendono cura di una trentina di senzatetto. Tutti i lunedì, giorno in cui nessun’altro ente o associazione offre assistenza a chi vive per strada, i ragazzi portano da mangiare in piazza della Repubblica, sotto i portici. D’inverno distribuiscono un pasto e una bevanda caldi; d’estate qualcosa di fresco (panini, insalata di riso o di pasta, frutta e succhi). Distribuiscono anche generi alimentari ricevuti dal Banco Alimentare (biscotti, succhi, brioscine, yogurt, formaggio, ecc.).

“I GA conoscono ormai bene queste persone”, afferma Giusy Cianciuolo, segretaria del direttore delle chiese avventiste in Sicilia, “Con alcuni, presenti ogni settimana, si è instaurato un rapporto di amicizia e di confidenza; poi ci sono gli ‘occasionali’, persone di passaggio e stranieri provenienti da vari paesi che si avvicinano sperando in qualcosa. Tutti ricevono finché pentola e scatoloni restano vuoti. Raccogliamo anche indumenti e scarpe che la direttrice GA confeziona in anticipo, in buste sulle quali scrive il nome delle persone cui sono destinate. Sa già, infatti, chi ne ha bisogno”.

Ciò che colpisce di più è che gli uomini e le donne assistiti non sono tutti senzatetto.
“Alcuni hanno una casa, ma la pensione bassissima permette loro solo di pagare l’affitto, e poi devono arrangiarsi per mangiare ogni giorno”, spiega Giusy.

Domenica 8 gennaio, presso la chiesa cristiana avventista, i giovani e i volontari di ADRA hanno preparato una cena completa per le persone assistite settimanalmente.

“Il gruppo ‘Un sorriso da donare’ presentava scenette divertenti fra una portata e l’altra, e i medici dell’‘Associazione Pastorale Sanitaria’, che collabora con noi, offriva servizi gratuiti agli ospiti: controllo di pressione sanguigna e glicemia, visita dentista e cardiologica”, conclude la segretaria. “Erano presenti quasi tutti gli assistiti e sono stati educati, attenti e compiti per l’intera serata, apprezzando l’attenzione a loro rivolta. Abbiamo regalato a ognuno una coperta nuova, calda e leggera, visto che se la portano dietro, e in questi giorni di freddo ci voleva proprio, e un piccolo vangelo”.

Oltre ai GA, numerosi volontari della comunità hanno partecipato attivamente all’organizzazione della cena: in cucina, nell’accoglienza, nel servizio ai tavoli, con una piccola meditazione, alcuni canti, ecc.

Tutti sono stati felici di impegnarsi in qualcosa, attuando il motto di ADRA “Dare una mano, colora la vita”.