N22-Chieti_2015_festa popoli1Intensi i momenti della preghiera interreligiosa.

Notizie Avventiste – La Festa dei popoli è un’iniziativa che ha l’obiettivo di vincere l’odio, l’intolleranza e il razzismo. La strada scelta è quella della conoscenza reciproca e della condivisione, in una giornata che si colora di allegria, sapori, profumi e cultura.

A Chieti, si è svolta il 24 maggio ed è stata dedicata al tema “Una sola famiglia umana”. Ha posto invece l’accento N22-Chieti_2015_festa popoli2sull’uguaglianza alimentare, con “Una sola famiglia umana. Cibo per tutti: è compito nostro”, l’iniziativa del 7 giugno, a Pescara. Organizzate dalle rispettive Caritas cittadine, entrambe le feste dei popoli riservano un importante spazio alla preghiera interreligiosa.

“Anche quest’anno ho ricevuto l’invito a partecipare, come pastore della Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno, al momento centrale della festa, che è quello della preghiera interreligiosa”, ha affermato il past. Paolo Todaro, “Sono stati due momenti vissuti molto intensamente dalle persone di diverse etnie riunite per testimoniare che siamo tutti fratelli e sorelle, e figli dello stesso Dio creatore e Padre di tutti”.

N22-Chieti_2015_festa popoli3La cittadinanza si è radunata nella villa comunale, a Chieti, per la settima edizione della festa che ha celebrato la multiculturalità. 30 le nazioni presenti con stand, artigianato, prodotti tipici e storie.

“A Chieti ho avuto modo, dopo i brevi messaggi dei rappresentanti delle diverse Chiese, di pregare per l’arcivescovo Bruno Forte che da poco ha ricevuto l’incarico di servire come presidente della Commissione episcopale della Cei per l’ecumenismo e il dialogo, e ha chiesto pubblicamente di pregare per lui”, ha spiegato P. Todaro.

N22-Pescara_2015_festa popoli3È stata dedicata al tema del cibo la Festa dei popoli di Pescara, che si è svolta presso il porto turistico. Laboratori, conferenze, ritmi, profumi ma anche preghiera.

“A Pescara ho dato un breve messaggio per parlare delle radici della violenza che possiamo e dobbiamo eliminare dal nostro cuore, lasciandoci purificare e trasformare dallo Spirito di Dio”, ha aggiunto il past. Todaro.

N22-Pescara_2015_festa popoli2“La caratteristica del popolo di Dio che vive in attesa del Regno”, ha concluso P. Todaro, “è quella indicata da Gesù: ‘Io vi do un nuovo comandamento: che vi amiate gli uni gli altri. … Da questo conosceranno tutti che siete miei discepoli, se avete amore gli uni per gli altri’ (Gv. 13:34-35). Il mio augurio a Chieti e a Pescara è stato quello di considerarci, per grazia di Dio e per la fede nell’unico Salvatore, un solo popolo, figli dello stesso Padre e fratelli in Cristo, nostro Salvatore e Signore”.

Per visualizzare altre foto di entrambi gli eventi, clicare qui.

Condividi questa notizia con i tuoi amici…Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePin on Pinterest