venerdì, agosto 17, 2018
Home > Italia > Chiese valdesi e metodiste. La violenza sulle donne nella campagna 8 per mille

Chiese valdesi e metodiste. La violenza sulle donne nella campagna 8 per mille

N16-8permille valdeseNotizie Avventiste – “Ferite, a volte uccise” è lo slogan della Campagna 2013 dell’8 per mille delle Chiese valdesi e metodiste, presentata il 23 aprile a Torino, che si propone di denunciare esplicitamente il femminicidio e i comportamenti e i pregiudizi che colpiscono le donne in quanto tali. Già lo scorso anno era stato dato un carattere sociale alla campagna 8 per mille, richiamando il problema del precariato dei giovani. Quest’anno saranno finanziati progetti “che pongono al centro la dignità della donna, la lotta contro lo sfruttamento del suo corpo e della sua immagine, la denuncia di quell’odiosa forma di violenza che è il femminicidio ma che spesso si preferisce definire con termini più rassicuranti”, ha spiegato a Notizie Evangeliche (Nev) il pastore Eugenio Bernardini, moderatore della Tavola valdese

“Non possiamo che rallegrarci per la scelta del tema della violenza sulle donne che, anche in questi giorni, ha occupato le prime pagine dei giornali: solo nella settimana passata abbiamo avuto una donna, avvocata, sfigurata dal vetriolo, su mandato del suo ex fidanzato, e un’altra uccisa a Roma dal suo ex marito”, ha affermato Gianna Urizio, presidente della Federazione Donne Evangeliche in Italia (Fdei). “Mi piace poi in particolare il fatto che non ci si ferma al femminicidio, che è solo la punta dell’iceberg di una violenza vissuta quotidianamente nel silenzio da molte donne, ma riconosce l’importanza di una cultura che promuova la parità di genere”, ha aggiunto Gianna Urizio che ha concluso: “Le chiese, tutte, abitate da uomini e donne, bambini e bambine, dovrebbero farsi promotrici di questa nuova cultura, proporre momenti di confronto a partire dall’ascolto del messaggio evangelico che ci pone tutte e tutti uguali al cospetto di Dio”.